Politica

"In Sardegna riprendono le esercitazioni militari. Lo Stato impone e la Regione tace"

"Le esercitazioni militari riprendono in Sardegna anche senza autorizzazione della Regione". E' la denuncia del deputato Mauro Pili (Unidos): "Alla riunione del Comitato misto paritetico sulle servitù militari (Comipa) non c'erano rappresentanti dell'Isola". Interrogazione al presidente del Consiglio.



“Bombardiamo lo stesso: la nota del Ministro della Difesa giunta ieri sul tavolo della Regione è chiara. La riunione del Comipa, comitato misto paritetico sulle servitù militari, secondo quanto scrive il ministero della Difesa è valida anche senza la partecipazione dei rappresentanti della Regione. Per il ministero della Difesa l’assenza del numero legale è un dettaglio irrilevante. Del resto Pinotti e soci hanno una sola regola quando si tratta della Sardegna: arroganza e menefreghismo".

Questa la denuncia di Pili riguardo il piano delle esercitazioni militari del prossimo semestre. Secondo il deputato sarebbe stato "illegittimamente approvato qualche mese fa con un vero e proprio blitz contro la Sardegna e contro le istituzioni sarde. I generali del ministero della Difesa - prosegue - componenti del Comitato misto paritetico per le servitù militari, lo avevano approvato in assenza del numero legale e di tutti i rappresentanti della Regione. Il comitato formato da 14 membri - conclude - aveva deliberato con soli 7 voti anziché 8 e quindi con un voto nullo sotto ogni punto di vista".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it