Politica

Allerta meteo, individuate le aree a rischio a Quartu. "Nuove regole, multe per chi non le rispetta"

Rossa o arancione, sono i colori più "forti" in caso di forti temporali. Il Comune riscrive le regione del Piano di Protezione Civile. "Tutti i cittadini devono rispettare le prescrizioni".



QUARTU SANT'ELENA (CA) - L’estate è ormai superata e l’inizio dell’autunno coincide spesso con l’arrivo dei forti temporali che creano rischi di carattere idrogeologico. Il sindaco Delunas ha pertanto provveduto a firmare un’ordinanza per limitare il più possibile i pericoli derivanti dalle piene nei corsi d’acqua che scorrono nel territorio quartese. Nel documento vengono comunicati alla popolazione i punti di presidio territoriale caratterizzati da un maggior livello di rischio e l'ubicazione delle aree da raggiungere in caso di emergenza, nonché le buone pratiche di comportamento e di autoprotezione da adottare in caso di evento calamitoso. La Protezione Civile regionale, nello scorso mese di settembre, aveva sollecitato i Sindaci affinché verificassero lo stato di attuazione della pianificazione comunale e intercomunale di Protezione Civile per il rischio idrogeologico e idraulico. Il Comune ha recentemente stipulato un accordo con il Rotary Club Quartu per l’elaborazione del piano comunale. Nelle more è stato predisposto un aggiornamento del vecchio Piano di emergenza comunale, tenendo conto delle risultanze dello studio di compatibilità geologica, geotecnica e idraulica approvato dal Consiglio Comunale, che ha individuato nuove perimetrazioni delle aree di pericolosità.

In tale aggiornamento si specificano le misure di Protezione Civile e di tutela della pubblica incolumità da attuare quando si è in stato di allerta arancione e allerta rossa. Allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, infatti, gli eventi alluvionali non possono essere previsti in maniera precisa. Le onde di piena su torrenti e fiumi, le frane e le colate detritiche, sono fenomeni rapidissimi che non permettono di attendere avvisi esterni, per cui è necessario che la popolazione metta in atto le opportune misure di autoprotezione. Vengono così date alla cittadinanza le informazioni di comportamento e di auto protezione necessarie ad affrontare il primo impatto di un evento calamitoso. Per tutta la durata gli stati di allerta arancione e rossa, chiunque dimora nelle aree a rischio idrogeologico e idraulico ha l’obbligo di attenersi alle norme comportamentali di protezione previste nel Piano comunale di emergenza. In particolare per l’allerta rossa l’ordinanza precisa sia cosa occorre fare prima che l’evento si verifichi, sia a evento in atto. Per quanto riguarda il primo caso, a titolo precauzionale, chiunque si trovi nelle aree a rischio idrogeologico e idraulico, occupi locali a rischio allagamento (piano terra o sottostante) senza possibilità di spostarsi in piani più alti, deve allontanarsi dall’area a rischio fino alla comunicazione da parte del Centro Operativo Comunale del cessato pericolo. Quando invece l’evento è in atto, coloro che si trovano nelle aree a rischio devono attenersi non solo al Piano Comunale, ma anche alle disposizioni diramate dalle autorità preposte ai soccorsi.

Inoltre i proprietari, gli amministratori condominiali e chiunque abbia la responsabilità della manutenzione ordinaria degli edifici posti nelle suddette aree a rischio, hanno l’obbligo di affiggere nella zona di ingresso comune un cartello informativo che precisi le misure di autotutela da adottare prima e durante l'evento. In caso di inadempienza è applicabile la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro. “Quest’anno l’estate sembra avere una lunga coda, ma nella stagione autunnale i temporali arrivano quasi all’improvviso, spesso vere e proprie bombe d’acqua che creano reali pericoli per i cittadini, soprattutto quelli che abitano in prossimità dei corsi d’acqua - spiega il sindaco Stefano Delunas -. Era pertanto necessario dare ai quartesi le disposizioni necessarie a limitare quanto più possibile questi rischi, con una forte azione di prevenzione e di informazione. Invito i cittadini alla lettura e al rispetto del Piano, quindi alla massima prudenza nelle giornate in cui saranno dichiarati gli stati di allerta arancione e, soprattutto, rosso”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it