Politica

Zedda: "37 milioni per inclusione sociale, mobilità e agenda digitale"

La città di Cagliari, grazie al Programma Operativo Nazionale (PON) Città Metropolitane 2014 – 2020, dispone di oltre 37 milioni di euro che, nei prossimi anni, consentiranno di soddisfare i bisogni della cittadinanza in tema di disagio sociale, accesso ai servizi pubblici digitali e mobilità.



“Il Piano Operativo di PON Metro prevede una serie di investimenti importanti per la città di Cagliari. Sono progetti – evidenzia il primo cittadino Massimo Zedda - che riguardano l’agenda digitale, la riqualificazione energetica, la mobilità sostenibile e l’inclusione sociale. Gli interventi previsti per l’agenda digitale sono di grande importanza e consentiranno di mettere assieme le buone pratiche per una città più intelligente, più semplice, affinché la burocrazia venga eliminata in favore di una facilità di accesso alle informazioni da parte dei cittadini oltre che di scambio di dati tra le amministrazioni e altre istituzioni pubbliche”.

I progetti programmati sono 22, distribuiti su 5 assi: 1) Agenda digitale metropolitana; 2) Sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana; 3) Servizi per l’inclusione sociale; 4) Infrastrutture per l’inclusione sociale; 5) Assistenza tecnica.

Per quanto riguarda la mobilità, il capoluogo avrà nuovi tratti di piste ciclopedonali e ciclabili che consentiranno di integrarsi con le reti ciclabili presenti nei comuni dell’area metropolitana e favoriranno gli spostamenti pendolari attraverso i mezzi non motorizzati a due ruote. Per il sindaco i progetti previsti nell’ambito del PON Metro, unitamente a quelli previsti da altri programmi, “consentiranno di potenziare la mobilità intelligente, elettrica, l’accessibilità ai mezzi pubblici, potenziamento del traffico urbano dei mezzi non privati, semafori intelligenti e modifiche della viabilità per agevolare flussi pedonali e ciclopedonali”.

Cagliari, inoltre, ha delineato una strategia che punta a costruire le condizioni strutturali indispensabili per sviluppare il proprio potenziale di "innovazione", a partire dalla valorizzazione del capitale sociale come fattore di crescita e competitività̀. La strategia, anche grazie alle misure previste dal Piano Operativo di PON Metro, si realizza attraverso un sistema di azioni integrate proprie dell'inclusione sociale. Zedda sottolinea come “l’Europa finanzi le grandi città e gli interventi in relazione al fatto che ci sono grandi opportunità e occasioni di sviluppo ma anche sacche di povertà e di emarginazione. In quest’ottica, con il PON Metro- conclude il sindaco di Cagliari - cercheremo di risolvere anche le problematiche legate al disagio per avere una maggiore inclusione sociale”.

Ultimo aggiornamento: