Politica

Scanu: "Finalmente una legge per garantire salute e sicurezza nei poligoni"

"Questa notte la Commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento che accoglie completamente la proposta di legge sulla tutela della salute e dell'ambiente nei poligoni militari che ho presentato alla Camera anche per conto di altri colleghi commissari". Lo dichiara Gian Piero Scanu, Presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'Uranio impoverito.



"Per effetto dell'introduzione del registro dei colpi e della relazione semestrale, le comunità locali dove hanno sede i poligoni sapranno quali esercitazioni si svolgono. Inoltre le autorità di vigilanza sulla sicurezza ambientale e del lavoro conosceranno il tipo di munizionamento di volta in volta utilizzato. Per la prima volta viene fissato un termine perentorio per la rimozione dei residui che ogni esercitazione lascia sul terreno. Diventa quindi obbligatoria la bonifica periodica dei poligoni, al fine di evitare situazioni di danno ambientale protratte nel tempo. Il ministero della Difesa, che ha condiviso la nuova normativa, mette a disposizione di queste attività le risorse necessarie, che verranno stabilite annualmente con apposito decreto", continua Scanu. "Viene anche definito un limite temporale per le esercitazioni nei poligoni, con l'obiettivo di ridurre il più possibile la loro utilizzazione".

"Grazie all'approvazione di queste norme cambierà totalmente l'attuale scenario, rispetto al quale la Commissione ha svolto un'intensa attività di inchiesta che ha condotto alla presentazione del testo approvato questa notte. D'ora in poi, sarà garantita la trasparenza di tutte le attività addestrative; la tutela della salute dei militari e delle popolazioni residenti in prossimità dei poligoni; l'obbligo di bonificare l'ambiente entro termini certi, grazie anche all'impiego di risorse adeguate messe a disposizione dal ministero della Difesa. Si tratta di un risultato di straordinaria importanza", conclude Scanu.

"La norma sulla tutela della salute e dell'ambiente nei poligoni è un atto importante, che tutela la salute di militari e cittadini e garantisce un alto livello  di trasparenza sulle attività  addestrative". Lo ha detto il presidente della Regione Francesco Pigliaru a proposito dell'emendamento con cui la Commissione Bilancio del Senato ha accolto la proposta presentata Gian Piero Scanu.

"Fin da principio lavoriamo sulla stessa linea e verso un obiettivo condiviso", ha spiegato Francesco Pigliaru, esprimendo grande apprezzamento per l'impegno di Scanu e di tutta la Commissione, e ampia soddisfazione per il traguardo raggiunto. "L'approvazione di queste norme – ha proseguito -, ben si sposa con le nostre richieste di riequilibrio delle servitù militari, portate al tavolo della Conferenza nazionale già nel 2014 e sulle quali trattiamo senza sosta con il Governo fin da allora. La poca trasparenza, insieme alla graduale riduzione dei gravami, le regole certe sulle compensazioni e l'apertura alla ricerca duale, è uno dei punti chiave su cui abbiamo preteso risposte attese da decenni e che ora, per la prima volta, sono a portata di mano", ha aggiunto il presidente Pigliaru, che proprio questa mattina ha condiviso con la maggioranza in Consiglio regionale la bozza di intesa raggiunta dopo anni di non semplice trattativa con il Ministero della Difesa e con Palazzo Chigi. "Il risultato conseguito dalla Commissione – ha concluso Francesco Pigliaru - è di grande importanza ed è di buon auspicio per l'intesa alla quale abbiamo lavorato con tenacia e impegno in questi anni."

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it