Politica

Efficientamento energetico, presentate 196 domande

La Sardegna crede nell'efficientamento energetico: con 196 domande pervenute per un ammontare di circa 100 milioni totali richiesti, si Ŕ chiuso ieri il bando da 44 milioni di euro per interventi negli edifici pubblici e per la realizzazione di reti Smart Grid rivolto alle strutture pubbliche nel territorio regionale: enti locali, universitÓ e consorzi industriali.



Il bando, che si inserisce nella programmazione unitaria, è il risultato del lavoro congiunto degli assessorati dei Lavori Pubblici e dell'Industria, che si muovono in sinergia verso un comune obiettivo: dotare l'Isola di edifici intelligenti che consumano meno energia, la producono, usano solo quella necessaria e trasferiscono quella in eccesso ad altre strutture, in un processo virtuoso che si traduce in economia, tutela ambientale e miglioramento della qualità della vita per tutti i sardi.

 "Il grande interesse suscitato dal bando ci conferma che siamo sulla strada giusta, sia per quanto riguarda i contenuti che per le modalità in cui scegliamo di portare avanti progetti così importanti e complessi", sottolinea il presidente della Regione Francesco Pigliaru. "Grazie al lavoro congiunto di due assessorati, oggi facciamo un altro passo avanti nel gestire la necessaria  transizione da energie fossili a rinnovabili. Pensando la Sardegna sempre più come una 'smart region', stiamo procedendo nella costruzione di un sistema equilibrato: non solo gli edifici sono in grado di generare energia rinnovabile, ma possono anche scambiarla attraverso reti e connessioni che ne garantiscono l'autosufficienza. Così si tutela l'ambiente – conclude il presidente Pigliaru -, si crea benessere per le persone che vivono vicino a dove l'energia viene prodotta e si creano posti di lavoro di alta professionalità."  

I DETTAGLI DEGLI INTERVENTI. L'entità del contributo per ciascun beneficiario è pari al 100% del costo totale ammissibile a finanziamento. Il finanziamento massimo per ciascuna proposta ammissibile, nei limiti delle risorse disponibili, va dai 500 mila euro per i comuni singoli fino a 3000 abitanti a 2.500.000 per le proposte presentate da comuni associati, province, amministrazioni universitarie e consorzi industriali. Il finanziamento minimo per ciascuna proposta è pari a 50.000 euro. il bando "Interventi di efficientamento energetico negli edifici pubblici e di realizzazione di micro reti nelle strutture pubbliche nella regione Sardegna" mette a disposizione di Comuni, Province, Amministrazioni universitarie e Consorzi Industriali 44.159.500 euro del POR FESR Sardegna 2014/2020 Asse Prioritario IV "Energia sostenibile e qualità della vita", di cui 26.250.000 sull'azione 4.1.1, per la quale sono pervenute domande per circa 70 milioni, e 17.909.500 sull'azione 4.3.1, per la quale il totale delle domande ammonta a 30 milioni. Pubblicato il 4 luglio 2017, è stato prorogato fino al 5 dicembre su richiesta dell'ANCI per garantire la più ampia partecipazione.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it