Politica

Donne e potere economico negli Emirati Arabi Uniti

Da tempo gli Emirati Arabi Uniti si sono distinti nel mondo arabo per l’apertura nei confronti delle istanze femminili, diventando uno dei paesi dell’area più avanzati quando si parla di parità di genere. Sono note le azioni poste in essere dal governo per agevolare la presenza e la partecipazione femminile in seno alle istituzioni statali, come ad esempio il Parlamento, o gli sforzi fatti per introdurre le donne nel mondo del lavoro, si pensi alle borse di studio che vengono erogate dallo stato per permettere al maggior numero di donne possibile di recarsi all’estero per rafforzare le proprie competenze, soprattutto in merito al mondo degli affari.



Un altro passo avanti in questa direzione è stato fatto nei giorni scorsi con la nomina di Raja Al Gurg, come Vice Presidente e Amministratore Delegato della National Bank of Fujairah. La dott.ssa Raja Al Gurg lavorerà a stretto contatto con il Consiglio di amministrazione della banca nel fornire una governance efficace degli affari della banca e nel supervisionare la strategia organizzativa, le principali politiche, le propensioni al rischio, deciderà sugli incarichi di alto livello e la supervisione e la remunerazione dei dirigenti.

Lo sceicco Saleh bin Mohamad Al Sharqi, presidente di NBF, ha dichiarato: "Siamo lieti di dare il benvenuto alla dottoressa Raja Al Gurg nel suo nuovo ruolo e siamo orgogliosi di avere qualcuno con il suo calibro che si unisce al nostro consiglio di amministrazione. Un successo impeccabile nella guida di più entità negli Emirati Arabi Uniti unito al suo approccio orientato al business e alla profonda comprensione dell'economia degli Emirati Arabi la rendono adatta per questo ruolo. Alla NBF, abbiamo sempre sostenuto il ruolo chiave che le donne degli Emirati svolgono nel far progredire la comunità imprenditoriale e continueranno a riconoscere il loro contributo come indispensabile per il nostro percorso di crescita".

La dott.ssa Al Gurg oltre alla carica che le è stata affidata, è presidente del Consiglio delle donne d'affari di Dubai e membro del consiglio della Camera di commercio e dell'industria di Dubai e dell'Associazione delle donne di Dubai. È anche vicepresidente del consiglio di fondazione della Mohammad bin Rashid University of Medicine and Health Sciences, membro del consiglio di amministrazione della Hamdan bin Mohammed Smart University e presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione Al Jalila. Fa anche parte del consiglio di fondazione della Mohammed bin Rashid Al Maktoum Global Initiatives - uno dei maggiori sviluppi e fondazioni di comunità in Medio Oriente.

È stata la prima donna degli Emirati nel consiglio di amministrazione della HSBC Bank Middle East Limited ed è anche nel comitato consultivo della Coutts Bank, la divisione patrimoniale del gruppo Royal Bank of Scotland. È al primo posto nella classifica del 2020 delle "100 donne d'affari del Medio Oriente di Forbes in Medio Oriente" ed è stata classificata 84 ° tra le "100 donne più potenti del mondo" da Forbes per il 2019.

Oltre questi incarichi è stata inserita nella famosa classifica di Forbes negli ultimi dieci anni oltre a ricevere riconoscimenti da diverse organizzazioni mondiali.

Emanuela Locci

Ultimo aggiornamento: