Scienza e Tecnologia

Ricercatore cagliaritano premiato dalla Nasa

L'Agenzia spaziale statunitense ha deciso di assegnare la Exceptional Scientific Achievement Medal all'astronomo italiano Matteo Bachetti, in forza all'osservatorio astronomico di Cagliari, per il suo importante contributo alla missione NuSTAR, grazie alla quale ha identificato per la prima volta una pulsar che emette una eccezionale quantità di raggi X.



CAGLIARI - Questione di pulsar. Questo tipo di stelle dal magnetismo velocissimo e sfuggente è il “terreno di caccia” in cui sono specializzati numerosi astronomi dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari. Fra questi, Matteo Bachetti classe 1981, si è ultimamente distinto per aver partecipato ad un importante studio appena pubblicato sulla pulsar più lenta finora scoperta. La sua ricerca, che nel 2014 è stata pubblicata in un articolo sulla rivista Nature, ha dimostrato che ad alimentare le potentissime emissioni di raggi X delle sorgenti ULX (Ultra Luminous X-ray sources) non siano solo buchi neri, ma anche le pulsar. 

Anche per questa scoperta, che ha portato a una revisione delle teorie che descrivono come viene prodotta l’immane energia emessa dalle ULX, il 13 ottobre prossimo, Matteo Bachetti riceverà dalla Nasa presso Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, vicino Los Angeles, la Exceptional Scientific Achievement Medal (“Medaglia per risultati scientifici eccezionali”).

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it