Scienza e Tecnologia

Da Cagliari alla Corsica in 40 minuti dentro una capsula. Il progetto Hyperloop One

Collegare Sardegna e Corsica con un rivoluzionario e velocissimo sistema di trasporto attraverso capsule e condotte: la simulazione sardo-corsa ha superato la prima fase selettiva dell'Hyperloop One Global Challenge, insieme ad altri 34 progetti, ed è stata lanciata ad Amsterdam. Presenti vertici istituzionali, l'assessore Massimo Deiana in rappresentanza delle due isole e le aziende coinvolte provenienti da tutta Europa.



CAGLIARI - Il progetto, firmato dalla società corsa FemuQuì e presentato ieri ad Amsterdam, immagina di mettere in connessione Bastia e Cagliari in poco più di 40 minuti e risponde alla richiesta lanciata a livello globale dagli ideatori dell'innovativa linea di trasporto per merci e persone, capace di superare 1000 chilometri all'ora all'interno di tubazioni a bassissima pressione e utilizzando motori a energia rinnovabile.

Idea rivoluzionaria. L'assessore Deiana, delegato dai due presidenti Francesco Pigliaru e Gilles Simeoni, ha incontrato l'amministratore delegato di Hyperloop One, Rob Lloyd, l'azienda americana che sta promuovendo il tutto il mondo la realizzazione dell'infrastruttura: "Abbiamo sostenuto da subito l'idea della società FemuQuì di collegare Sardegna e Corsica con Hyperloop - ha detto Deiana - cogliendo la portata rivoluzionaria di questa tecnologia che, come è successo con il trasporto aereo nel Novecento, potrebbe mutare radicalmente il concetto e i tempi della mobilità con ricadute a livello economico e sociale incalcolabili: anche la Sardegna, laddove si creassero le condizioni, può essere pronta a investire in questa sfida".

Bastia-Cagliari in 40 minuti. La distanza tra Bastia e Cagliari sarebbe coperta in meno di un'ora, attraversando l'area orientale della Corsica, le Bocche di Bonifacio, Sassari e Oristano. In totale sarebbero in rete 4 porti, il porto canale di Cagliari, 4 aeroporti e 7 stazioni ferroviarie, tutti raggiungibili in tempi ridottissimi. Il solo attraversamento del tratto di mare che separa la Sardegna dal territorio corso si svolgerebbe in una manciata di minuti.

Realtà territoriale unica. "Con Hyperloop, due regioni europee periferiche come Sardegna e Corsica che scontano ritardi nello sviluppo economico causati anche dalle difficoltà di interconnessione nella mobilità, potrebbero sostanzialmente costituire una realtà territoriale unificata e quindi un asse di comunicazione omogeneo tra nord e sud del Mediterraneo", ha continuato Deiana. Nel versante meridionale il terminal container cagliaritano rappresenterebbe anche per i corsi un'infrastruttura fondamentale per il raccordo con le principali rotte commerciali marittime, mentre Bastia sarebbe una più agevole porta di accesso dal continente data la vicinanza con la Toscana.

Leggi anche: Hyperloop One, con una capsula dalla Sardegna alla Corsica. Ma per unire le isole servono 5 miliardi

Foto tratta dal sito ufficiale Hyperloop One

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it