Scienza e Tecnologia

Cagliari, diciotto progetti dell'Ateneo finanziati con sei milioni. Ecco quali sono

Diciotto progetti d’ateneo finanziati con sei milioni di euro dal bando Cluster top down. “Il risultato dimostra che miglioriamo nei percorsi di ricerca e innovazione di qualità” dice il pro rettore Maria Chiara Di Guardo.



Su 57 progetti presentati dai ricercatori dell’Università di Cagliari, diciotto sono stati finanziati (5.692mila euro) come capofila dal bando Azioni Cluster top-down di Sardegna Ricerche. Mentre sono ventidue i progetti idonei ma non immediatamente finanziati per ragioni di budget (oltre 11 milioni di euro). Infine, in quattro progetti finanziati l’ateneo partecipa ma non è capofila. Il bando (novembre 2016) ha finanziato 36 progetti con iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi con organismi di ricerca e imprese. Per partecipare al bando bisognava coinvolgere almeno cinque imprese e prevedere facoltativamente la collaborazione di altri organismi di ricerca e soggetti pubblici o privati.

“L’alto tasso di progetti finanziati e valutati idonei nel bando Cluster dimostra che stiamo migliorando sul fronte della capacità di progettare interventi di ricerca e innovazione di qualità a vantaggio del mondo produttivo. Proseguiremo in questa strada con nuove iniziative di networking e formazione per i nostri ricercatori” spiega il pro rettore per Innovazione e territorio, Maria Chiara Di Guardo.

Finanziamenti. A seguire i diciotto progetti con una sintesi del tema progettuale, il responsabile scientifico e l’afferenza disciplinare. Doutdes (Trasferimento tecnologie Business intelligence, responsabile scientifico: Salvatore Mario Carta, dipartimento Matematica);

  • Testare (Tecnologie caratterizzazione e gestione avanzata ambiente, Giovanni De Giudici, Scienze chimiche);
  • Sardcoin (Technologe blockchain, supporto turismo Sardegna, Michele Marchesi, Matematica);
  • Smartpolygen (Sviluppo microreti polienergetiche, Emilio Ghiani, Ingegneria elettrica);
  • Prelude3 (Protocollo elaborazione dati efficienza energetica edilizia, Antonello Sanna, Ingegneria civile), Pacpac (Point-and click, patrimonio ambientale e culturale, Ivan Blecic, Ingegneria civile);
  • Simple (Strumenti e modelli mobilità sostenibile, Luigi Atzori, Ingegneria elettrica);
  • Ples (Prodotti locali edilizia sostenibile, Giovanna Concu, Ingegneria civile);
  • MuseoCagliari.it (Itinerari culturali smart, Paolo Sanjust, Ingegneria civile);
  • Ibernat-Nbl (Identificazione bersagli molecolari, Pierluigi Onali, Scienze biomediche);
  • Meisar (Materiali edilizia e infrastrutture, Luisa Pani, Ingegneria civile);
  • Digitarch (Dal reale al digitale, Cristian Perra, Ingegneria elettrica), Domomea (Tele-riabiliazione domiciliare, Danilo Pani, Ingegneria elettrica);
  • Comisar (Coltivazione ceppi microalgali, Giacomo Cao, Centro interdipartimentale ingegneria e scienze ambientali);
  • Virtualenergy (Sviluppo sistemi aggregazione, Maurizio Murroni, Ingegneria elettrica);
  • Semi (Sistemi efficienti gestione energia elettrica, Sara Sulis, Ingegneria elettrica);
  • AI-Textiles (Intelligenza artificiale e tessuti intelligenti, Fabio Roli, Ingegneria elettrica);
  • Save (Sviluppo soluzioni gestione energia, Daniele Giusto, Ingegneria elettrica).

I 22 progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati sono:

  • Qualitypharmalab (Assicurazione qualità laboratorio farmacie);
  • Conbecu (Conservazione sostenibile beni culturali Sardegna);
  • Solgesea (Solare nuova generazione);
  • Nanofitosalus (Nanoincorporazione antiossidanti);
  • Terras (Turismo reti rurali);
  • Hesarnet (Helium Sardinian network);
  • Perceept (Metodi elettro-ottici);
  • Praxis (Materiali locali e processi tecnologici edilizia);
  • S2fintech (Intelligenza artificiale e sicurezza informatica);
  • Terroir (Turismo enologico);
  • Sardoil (Sardinian oil supply chain);
  • Reso (Recupero scarti oleari);
  • Smart (Strumenti manageriali imprese turistiche);
  • Healthycheese (Qualità nutrizionali cibi lattiero-caseari);
  • Traps (Biomarcatori pecorino sardo);
  • Innovilat (Metabolomica per valorizzazione latte);
  • Mice4China (Prodotti innovativi sardi mercato cinese);
  • Vobis (Sensibilità gustativa e strategie nutrizionali);
  • Coesa (Componenti edilizi sardi);
  • Smartt (Tecnologie valorizzazione tonno rosso);
  • Supermagmet recovery&recycling (Recupero metalli critici);
  • Prodegradu (Prodotti derivati da grano).

 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it