Scienza e Tecnologia

"Small mission to mars". Progetto del distretto aerospaziale sardo presentato agli emirati arabi

Presentato all'Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti il progetto Sms che coinvolge il Distretto aerospaziale sardo.



A Roma presso l'Ambasciata in Italia degli Emirati Arabi Uniti si è tenuto l'incontro del Team di Progetto Sms (Small Mission to marS) con l'ambasciatore, Se Saqer Nasser Al Rissi. Sms è un progetto che ha per obiettivo l'invio di una sonda tecnologica su Marte, e presenta elementi di economicità e innovazione.

La missione è stata ideata dalla società consortile Ali (Aerospace Innovation for Innovative components) che ha sede nell'area industriale di Napoli e da un team di "player" industriali e centri di ricerca del settore spaziale, quali l'Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell'Inaf, il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Napoli "Federico II", il Distretto Aerospaziale della Sardegna (DASS), il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (socio del DASS), le società Aerosekur, Foxbit e Telespazio, le "start up" Enea e Space Factory. A questi partner si è aggiunto il supporto di eccellenze internazionali quali il Dipartimento Aerospaziale della Open University, il Centro di Ricerca Spagnolo Cimne, la Khalifa University di Abu Dhabi.

La missione prevede per la fase discendente sul pianeta rosso l'adozione dello scudo di protezione termica che utilizza la tecnologia di IRENE "Italian RE-entry NacellE", unica al mondo nel suo genere, e contempla la possibilità del "lander" di trasportare piccoli "payload" scientifici e tecnologici, quale quello per la realizzazione di elementi strutturali sul suolo marziano il cui brevetto è di proprietà del DASS, come pure il necessario sistema di telecomunicazioni satellitari.

L'uso di tali tecnologie e il progetto altamente miniaturizzato della sonda consentono di stimare l'investimento per la realizzazione della missione SMS a circa 120 milioni di dollari, incluso il lancio. Del progetto SMS si parlerà in occasione del meeting bilaterale tra Italia ed Emirati Arabi previsto nei prossimi giorni.

"Riteniamo importante per lo sviluppo dell'aerospazio in Sardegna - precisa il Presidente del Dass, Giacomo Cao – che il distretto partecipi ad un gruppo altamente qualificato nel settore spaziale con una tecnologia proprietaria a suo tempo sviluppata dall'Università di Cagliari (Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali), dal CRS4 e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, attualmente Soci, nell'ambito del progetto COSMIC finanziato dall'Agenzia Spaziale Italiana nel 2009. Sarebbe davvero un risultato di grande rilevanza e prestigio se dalla Sardegna perverranno contributi scientifici e tecnologici per le future missioni marziane".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it