Spettacolo e Cultura

Musica, a San Sperate è tempo di "festival d'autunno- Bech is back"

Domani a San Sperate al via il "Festival d'autunno- Bech is back". Cinque concerti per festeggiare l'arrivo in Sardegna di un prezioso pianoforte Bechstein donato alla Scuola civica di musica



SAN SPERATE - Una rassegna musicale per festeggiare l'arrivo nella Scuola civica di musica di San Sperate di un preziosissimo Bechstein, un pianoforte a coda di fine Ottocento riportato a nuova vita con l'aiuto di tutti.

Ha avuto un successo andato oltre ogni aspettativa "Back to Bech", la grande iniziativa partita un anno fa che, attraverso una campagna di crowdfunding, concerti, e la promozione di un cd contenente brani donati da artisti che vivono e lavorano in Sardegna, ha permesso di mettere insieme i soldi necessari per restaurare, e portare in Sardegna, un Bechstein, proveniente da Udine, regalato all'istituzione musicale di San Sperate, diretta da Francesco Pilia.

Ora che il bellissimo strumento è arrivato nella Scuola civica di musica, è il momento di farlo conoscere e celebrare l'avvenimento, grazie al Festival d'autunno-Bech is back, che da domani, domenica 6 dicembre al 6 gennaio a San Sperate, proporrà cinque appuntamenti con la musica a 360 gradi.

Il concerto inaugurale della rassegna, domani alle 18.30 nella chiesa di San Giovanni, vedrà protagonisti i docenti della Scuola Civica di Musica. Un appuntamento ormai consolidato che, per tradizione, inaugura l'inizio delle attività didattiche. Sarà l'occasione, oltre che per presentare l'offerta formativa dell'istituzione musicale sansperatina, per sentire suonare per la prima volta il restaurato pianoforte Bechstein, strumento apprezzato in tutto il mondo per la qualità dei materiali e la bellezza del suono.

Domenica 13 dicembre alle 19.30 si entra nel vivo con "Welcome Bechstein", una serata a invito (ospitata anch'essa nella chiesa di San Giovanni) pensata per le oltre 400 persone che da tutta Italia, ma anche dall'estero, partecipando alla campagna di crowdfunding, hanno permesso di realizzare questo grande sogno. Per l'occasione il Bechstein sarà suonato da sei pianisti che vivono e lavorano in Sardegna, e che l'anno scorso hanno dato il loro contributo alla raccolta fondi donando due brani per il cd "Back to Bech". Si tratta di: Silvia Corda, Irma Toudjian, Paolo Carrus, Stefano Guzzetti, Battista Giordano e Romeo Scaccia.

Il 19 dicembre, musica e solidarietà si uniscono per il "Concerto di Natale", realizzato in collaborazione con la Caritas e la Parrocchia di San Sperate che ospiterà l'evento. L'appuntamento è alle 19.30 e vedrà la partecipazione del Coro di voci bianche del Conservatorio di Musica di Cagliari, diretto dal M° Enrico di Maira, che presenterà, insieme all'attore Gianluca Medas, un nuovo progetto musicale sui temi della Natività di Gesù. La serata servirà per raccogliere beni di prima necessità per i più sfortunati.

Il quarto appuntamento del festival, domenica 27 dicembre alle 18.30 nella Chiesa di San Giovanni, vedrà la partecipazione di un artista d'eccezione: Giulio Biddau, tra i più interessanti giovani pianisti italiani con una straordinaria carriera internazionale. Biddau proporrà una masterclass e un recital pianistico (a invito) dedicato ai donatori della campagna Back to Bech.

Il sipario sul Festival d'autunno- Bech is back 2015 si chiuderà, domenica 6 Gennaio alle 19.30, nella Chiesa Redentorista, con il Concerto dell'Epifania affidato al Junior Harp Ensemble. Questa formazione musicale, diretta dalla professoressa Tiziana Loi, è nata da un progetto della Scuola civica di San Sperate, e mette assieme giovani arpiste provenienti dalle scuole civiche di musica di tutta la Sardegna.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it