Spettacolo e Cultura

La "guerra per emergere in Sardegna" tema hip hop vincente. Crew di Carbonia vola in finale a Cesenatico

I Killah Beatz volano al The Week come quinta finalista dello Street Fighters Junior. Nove ballerini, tutti sardi e tutti sotto i diciotto anni, si contendono lo scettro il prossimo luglio.



CAGLIARI - I Killah Beatz in finale al The Week di Cesenatico. La crew di Carbonia è la quinta finalista dello Street Fighters Junior. Al PalaRockefeller di Cagliari, si è tenuta la quinta tappa dello Street Fighters Junior 2016 e si è scelta la crew che accede alle finali nazionali di uno degli Urban Festival più importante del mondo: il The Week, dal 10 al 17 luglio a Cesenatico. Ha vinto la crew dei Killah Beatz di Carbonia, formazione di 9 ballerini, 6 ragazze e 3 ragazzi, dai 12 ai 17 anni. Il gruppo, formatosi nel 2014, è seguito dalla coreografa Noemi Madeddu, in collaborazione con Boogie, insegnanti presso il Club Danza Sportiva L3 di Carbonia, e unisce ragazzi provenienti delle province di Carbonia-Iglesias e di Cagliari che partecipano allo Street Fighters Junior per la prima volta.

La crew si è dovuta confrontare con altri 4 gruppi provenienti dalle migliori accademie di danza sarde, affrontando il giudizio di una giuria di qualità: Denis Di Pasqua –  membro dei Break the Funk, vincitore del Battle of the Year italiano (2003 e 2004) e del Freestyle Session Italy 2004; Karim "Flex" Belharch (Belgio) – house, hip hop, ha ballato per artisti del calibro di Madonna e all'interno di diversi programmi televisivi (Festival di San Remo, Ciao Darwin); Santu (Belgio) – afro, hip hop, ballerina e coreografa di fama internazionale, membro della storica crew Magic Force; e Stephane "ADN" Amegbedji – house, vincitore di numerose battle internazionali. "Osservando le crew in gara è ormai chiaro che chi partecipa a Street Fighters ha compreso il vero senso di questa competizione", racconta Santu dalla giuria, "che prevede una battle di freestyle tra le crew che si sono distinte nel corso della prova coreografica. È stato emozionante vedere con quanta energia e spirito di competizione i ragazzi abbiano affrontato questa seconda parte della gara, restituendo al pubblico il vero senso della cultura Hip Hop e mettendosi in gioco al cento per cento delle loro potenzialità nel rispetto dell'avversario".

La coreografia dei Killah Beatz si è concentrata esclusivamente sullo stile Hip Hop e si è ispirata al tema della "guerra": "È un tema in cui ci riconosciamo", racconta Noemi Madeddu, la loro coreografa. "Se vuoi veramente emergere da un terra come la nostra, devi essere un combattente, devi lottare e impegnarti ancora di più per riuscire a distinguerti e uscire fuori. Partecipare alla finale in un contesto internazionale come quello del The Week è motivo di grande orgoglio e un'imperdibile occasione per i ragazzi di competere con le migliori realtà italiane". Travolti gli avversari della D.O. Crew, i Killah Beatz si aggiudicano, così, un posto alla finale nazionale al The Week di Cesenatico, ultimo step prima della World Final del prossimo 16 luglio, in cui si sfidano le migliori crew di tutto il mondo.

 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it