Spettacolo e Cultura

Deledda, Gramsci e Masala. Tris di "visionari" sardi al salone internazionale del libro di Torino

Dal prossimo 12 maggio, cinque giorni dedicati alla lettura. La Sardegna presente con lo stand dedicato ai tre scrittori che hanno segnato il '900. Dibattiti, analisi e confronti all'ombra della Mole.



CAGLIARI - "Visioni e visionari, innovatori" è il tema della 29esima edizione del salone internazionale del libro di Torino al quale partecipa la Regione con lo stand dal titolo "Visionari sardi. Omaggio al futuro" dal 12 al 16 maggio prossimi al Lingotto fiere.  Al centro dell'edizione di quest'anno ci sono i visionari, ovvero coloro i quali hanno operato nei campi della scienza e della letteratura, e sono stati in grado di guardare al futuro, vincere nuove sfide e mettere in campo progetti lungimiranti. Inoltre, il salone quest'anno dedica una mostra patrocinata anche dalla Presidenza della Repubblica, con i testi originali dei Quaderni del carcere di Antonio Gramsci, in collaborazione con la Fondazione Berlinguer di Roma.

"Il salone del libro di Torino", dice l'assessore regionale della Cultura, Claudia Firino, "è la più importante manifestazione italiana nel campo dell'editoria, un prestigioso festival internazionale che consente, sotto il profilo istituzionale, di conseguire obiettivi di promozione dell'isola, visibilità e inserimento del libro sardo nei mercati esteri, grazie anche alla stretta collaborazione con l'Aes (Associazione editori sardi). La partecipazione al salone rientra tra le azioni di intervento della Regione a sostegno dell'editoria sarda".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it