Spettacolo e Cultura

Ricordo eterno di Pinuccio Sciola. Il progetto: scultura lunga 240 km sulla Carlo Felice

Taglio del nastro per la Fondazione dedicata allo scultore di San Sperate. Memorie e messaggi d'arte destinati a vivere per sempre: la sua casa trasformata in museo e una operazione in grande stile.



CAGLIARI - Ha preso vita ufficialmente la Fondazione Pinuccio Sciola, istituzione deputata a promuovere la memoria e il messaggio d'arte dello scultore di San Sperate scomparso lo scorso 13 maggio a Cagliari. Presenti al tavolo della Sala Consiliare del Comune di San Sperate, i figli dello scultore Chiara, Tomaso e Maria Sciola, il sindaco di San Sperate Enrico Collu, il vicepresidente della Regione, Raffaele Paci e, tra gli altri, anche il prorettore vicario dell'Università di Cagliari. "È una giornata molto importante per me, Chiara e Maria, da oggi siamo fondatori e amministratori della Fondazione Pinuccio Sciola. I progetti di nostro padre sono importanti e hanno un valore profondo. La presenza delle istituzioni ci rassicura sul fatto che avremo tutto il sostegno necessario affinché questi progetti possano vedere presto la loro realizzazione”. Questo uno dei passaggi dell’intervento introduttivo di Tomaso Sciola che ha voluto illustrare gli ambiziosi obbiettivi della Fondazione. A queste dichiarazioni ha risposto il vicepresidente della Regione Sardegna Raffaele Paci, che ha assicurato massima attenzione e massimo impegno da parte dell’istituzione da lui rappresentata a supporto della erigenda Fondazione. Anche dal prorettore Mola è giunto un netto segnale di disponibilità e apertura alla collaborazione dell’Ateneo con il neonato ente.

LA FONDAZIONE - Pensata dall’artista di fama internazionale nel suo ultimo periodo di vita, la Fondazione nasce su volontà dei figli Chiara, Tomaso e Maria (che fanno parte del Consiglio di Amministrazione) e incarna i progetti, lo spirito di apertura, ospitalità, condivisione e rispetto della natura e delle persone che sono stati i valori caratterizzanti la vita dello scultore. Continuare a tramandare il messaggio d’arte di Pinuccio Sciola, tenendo vive e promuovendo le attività, i contatti e i progetti internazionali che l’artista ha costruito e sostenuto nel corso della sua vita: questi gli obiettivi principali sui quali verranno focalizzate le attività principali. Tra gli obbiettivi principali c'è quello di realizzare il suo più grande sogno: una scultura lunga 240 chilometri che possa unire l’intera Sardegna attraverso l’integrazione di opere di spessore internazionale lungo la Strada Statale 131 Carlo Felice.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it