Spettacolo e Cultura

1 novembre al porto di Cagliari tra giogusu antigusu e Medioevo

Decine di migliaia di visitatori nel "villaggio sardo" di 7mila metri quadri allestito dall'organizzazione Primavera Sulcitana. Per il ponte di Ognissanti salto nel passato dell'Isola.



CAGLIARI - Prosegue il successo del “villaggio sardo” di 7mila metri quadri nell'area portuale del capoluogo sardo. InvitaS 2016, organizzato dall'associazione Primavera Sulcitana, ha richiamato già decine di migliaia di visitatori, tra sardi e turisti. Dalle 7 aree food ai 150 stand, passando per le continue esibizioni delle tradizioni isolane, ogni giorno è all'insegna della festa e della condivisione di emozioni. E, in occasione del primo novembre, l'invito è chiaro: tutti al porto di Cagliari, dalla mattina alla sera. Il calendario del giorno in rosso sul calendario è ricco e propone intrattenimento di qualità a tutte le ore.

Tutti gli stand aprono alle 10:00. La sfilata dei figuranti e degli sbandieratori di Iglesias è l'occasione per assistere alla rappresentazione del Medioevo nell’Isola e il corteo storico e rinascimentale con trombe e tamburi del gruppo Castello Siviller marchesato di Villasor sono i protagonisti della mattinata. A pranzo la musica dal vivo di Nicola Agus, alle 16:00 spazio ai bambini di “Giogusu antigusu”, grazie all'impegno dell'associazione Libera e de Le Fruste del Campidano: vestiti come negli anni '30, sono pronti a ripercorrere e riproporre quelli che sono stati i giochi fatti dai loro nonni. Dalle 17:00 “is mortu mortu”: dolciumi e frutti per bambini e adulti, nel pieno rispetto della tradizione del Nord Sardegna. Un modo per trascorrere, a costo zero, la giornata di Ognissanti nel capoluogo sardo.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it