Spettacolo e Cultura

A Cagliari va in scena "Tenue radio dramma". Protagonisti attori non vedenti

Sabato e domenica Approdi-Festa d'arte e comunità entra nel vivo. Un week end all'insegna di un radio dramma con protagonisti attori non professionisti non vedenti e dell'Imbuteatro.



CAGLIARI - Un radio dramma con protagonisti attori non vedenti e poesie ascoltate da un imbuto, scelte pescando a caso da un mazzo di carte. Entra nel vivo il ricco programma di "Approdi, festa d'arte e comunità", che quest'anno giunge alla quarta edizione. Sabato 5 novembre alle 19 il festival organizzato dall'associazione Carovana SMI, partner del progetto 10 nodi-Festival d'autunno, propone lo spettacolo "Tenue Radio dramma" della compagnia toscana Fosca.

Negli spazi del Lazzaretto di Cagliari (con una differita su RadioX il 18 novembre alle 18), lo spettacolo "Tenue Radio Dramma", presentato in prima internazionale a Firenze il 7 Novembre 2015,  vede protagonisti attori non professionisti non vedenti. Lo spettacolo arriva dopo un periodo di indagine in forma di laboratorio, con costruzione collettiva dell'opera. Il testo (testimonianze autobiografiche tradotte in braille per l'esecuzione scenica) è una riscrittura originale di materiale poetico, dove la parola si fa senso, significato, ma anche solo paesaggio sonoro. La parola si mescola nella partitura sonora, nei margini tra la narrazione e la composizione musicale. Il gesto vocale si genera dalla tattilità degli oggetti utilizzati e dalla stessa lettura del copione in Braille.  In apertura dello spettacolo, saranno messi in scena i risultati del laboratorio di teatro fisico e vocale rivolto a persone non vedenti, tenuto nei giorni scorsi nel quartiere di Sant'Elia da Cristina Abati, della compagnia Fosca, partner progetto di rete "Silence in the Dance Landscape" di cui Carovana SMIè capofila. 

Domenica 6 novembre alle 10, nel piazzale del Lazzaretto di Sant'Elia, durante il mercato all'aperto, Approdi propone invece "L'Imbuteatro", un'idea dell'attrice Cinzia Morandi, grazie alla rete FinEstateFestival e al Swiss project,sostenuto dalla Fondazione ProHelvetia. 

L'Imbuteatro è una performance di narrazione orale per un solo spettatore della durata massima di due minuti. Le due attrici incantano per un momento lo spettatore prescelto narrando piccole storie arricchite da un sorprendente universo sonoro. L'Imbutofono è uno strumento realizzato con imbuti collegati tra di loro da tubi flessibili. L'ascoltatore applica gli imbuti alle orecchie; l'altra estremità dei tubi farà da microfono per le narratrici. Lo spettatore può scegliere la storia che vuole ascoltare da un mazzo di carte.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it