Spettacolo e Cultura

Food lab, monaci zen "pittori" e imprenditoria rosa. A Cagliari sesta candelina per Scirarindi

Il festival interamente dedicato al benessere, buon vivere e sostenibilità in Sardegna ritorna alla Fiera. Sabato 26 e domenica 27 novembre prossimi un fiume di eventi.



CAGLIARI - Torna in città per il sesto anno consecutivo, sabato 26 e domenica 27 novembre, dalle 10 alle 22 alla Fiera Internazionale di Cagliari (padiglioni B, G, I e Palazzo dei Congressi), il festival di Scirarindi, l'unico grande evento regionale interamente dedicato al benessere, buon vivere e sostenibilità in Sardegna, organizzato dall'associazione culturale Scirarindi con il patrocinio del Comune e dalla Provincia di Cagliari. Economia, etica e consumo critico, sostenibilità e nuovi stili di vita, produzioni alimentari biologiche a km zero, bioedilizia e tutela dell'ambiente, e ancora turismo consapevole, eco-cultura, medicine olistiche, discipline bio-naturali e ricerca interiore sono il filo conduttore del festival giunto alla sua sesta edizione e che lo scorso anno ha portato alla Fiera di Cagliari 16 mila visitatori. L'edizione numero sei propone un fitto programma di appuntamenti: oltre 300 tra tavole rotonde e presentazioni con ospiti locali e nazionali, aree dedicate ai laboratori per adulti e bambini, attività per i più piccoli con animazione e suggerimenti per i neogenitori. Spazi per incontrare le discipline olistiche, degustazione dei prodotti sardi, ma non solo, meditazioni, sportelli tematici, consulenze e seminari di approfondimento. E ancora presentazioni di libri, worshop, spettacoli e atelier creativi. Il festival non è sovvenzionato da nessun ente pubblico e viene sostenuto dal pubblico con un contributo di partecipazione suggerito di 5 euro (i minori di 16 anni e gli over 65 entrano gratis).

"Il festival non è una fiera, e non solo è un'area espositiva, ma un'occasione per scoprire proposte, strumenti e soluzioni, sia interiori che esteriori, per vivere in modo più armonico e consapevole – spiega Giovannella Dell'Ara, cofondatrice della manifestazione insieme a Cristina Pusceddu- un cartellone ricco di appuntamenti rivolto alle persone di tutte le fasce d'età". Aree tematiche. Il cuore dell'edizione 2016 è rappresentato da 9 aree tematiche: alimentazione, economia etica e partecipazione, compranaturale, ambiente e bioedilizia, ecoturismo, salute e benessere, vita interiore, spazio bambini e spazio animali.Sono 270 gli espositori presenti (170 provengono da Cagliari e hinterland, 23 dalla Penisola e 2 da Francia e Inghilterra). Tra i protagonisti sardi, la 'Rete Sardegna Produce Verde', una rete di imprese, organizzazioni e professionisti, che offrono prodotti e servizi naturali orientati alla sostenibilità, e che operano e hanno sede nell'Isola, promossa da Sardegna Ricerche. 15 'C.E.A.S.' (Centri di Educazione all'Ambiente e alla Sostenibilità della Regione Sardegna), che presentano la loro prima iniziativa congiunta.

In vetrina anche 'Edizero, architecture of peace', azienda sarda che realizza prodotti interamente naturali, pluripremiata in Italia e all'Estero (l'ultimo riconoscimento è stato ricevuto pochi giorni fa dalla Bayer, colosso mondiale dell'agri-farmaceutico), che presenterà l'ecodiserbante naturale, una protezione dalle onde elettromagnetiche (portacellulare, portatablet, contenitori naturali per prolungare la freschezza del cibo e quindi evitare sprechi); le culle per neonati realizzate al 100 per cento con fibre vegetali e i piumini più isolanti e più leggeri al mondo per bambini e adulti (senza piume d'oca) e infine le nuove vernici e pitture disinquinanti mangiaveleni. Alcuni di questi prodotti verranno presentati in anteprima nel corso del festival Scirarindi. I professori Andrea Loviselli e Fernanda Velluzzi, medici del Centro obesità dell'Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari, divulgheranno i principi di una corretta alimentazione e stili di vita per il mantenimento dello stato di salute e della prevenzione delle principali alterazioni e patologie metaboliche come il sovrappeso e il diabete.

Dalla penisola, insieme ad altri 20 espositori e relatori arriva a Cagliari per Scirarindi 'E' Nostra', una cooperativa senza fini di lucro per la fornitura di energia elettrica rinnovabile, proveniente da impianti fotovoltaici, eolici e idroelettrici a basso impatto paesaggistico. Durante il festival, per la campagna 'Cambia la tua energia' sarà possibile diventarne soci, attivando una fornitura di elettricità totalmente rinnovabile. 'Viaggi e Miraggi', cooperativa leader nel settore ecoturismo, che dal 2001 si occupa di viaggi di turismo responsabili in Italia e nel mondo. 'Made in carcere': marchio che nasce in un laboratorio tutto al femminile nella casa circondariale 'Borgo San Nicola' in provincia di Lecce, dove si cercano, si trasformano e si producono shoppers eco-solidali confezionate dalle donne detenute.

8 gli eventi speciali del festival. Tra questi l'appuntamento 'Impresa femminile di ordinario successo: come arrivarci?', un incontro con due imprenditrici d'eccellenza come Daniela Ducato e Luciana Delle Donne che saranno intervistate da Filomena Pucci, collaboratrice del 'Corriere della Sera', blogger e autrice del libro 'Appassionate: storie, donne, imprese', domenica 27 novembre ore 12, sala grande, padiglione I, primo piano. Mentre per scoprire le storie incredibili e meravigliose dell'Italia migliore, Daniel Tarozzi sabato 26 alle 20:30, nella sala grande del padiglione I al primo piano proporrà lo spettacolo teatrale 'La realtà è più avanti'. Mentre nel corso delle due giornate del Festival, nel padiglione B i monaci del Dojo Zen Bodai di Alba sotto la guida di Beppe Mozuka Signoritti, responsabile del dojo Zen "Bodai Dojo" di Alba, offrono la possibilità a chiunque lo desideri, di sperimentare Sumi-e, un metodo di pittura che mette in contatto con la parte più intima della persona. Inizialmente con l'aiuto del Maestro, che insegnerà la corretta respirazione e la postura più indicata, poi provando da soli, si distacca la mente da ogni pensiero e si concentra sul 'qui ed ora', per lasciare scaturire la creatività innata. È anche l'occasione per approfondire la conoscenza di alcuni aspetti della filosofia e della pratica dello zen. Sabato 26 novembre alle 16 nella sala grande del padiglione I, al primo piano, Beppe Mokuza Signoritti, monaco Zen, maestro di sumi-e farà una dimostrazione di pittura sumi-e che ripeterà domenica nella stessa sala alle 17. Mentre solo domenica, alle 19, nella sala grande del Padiglione I, al primo piano, si terrà un concerto meditativo di sutra zen con i monaci del Dojo Zen Bodai di Alba.

SCIRARINDI PER I PIÙ PICCOLI - Dalla sua prima edizione il festival si rivolge al mondo della scuola offrendo laboratori, incontri, percorsi tematici e visite libere con lo scopo di promuovere l'educazione ambientale, alimentare e sociale. Una particolare attenzione è riservata anche al mondo dell'infanzia con un servizio di animazione per tutta la durata dell'evento e un'area dedicata ai genitori dove potranno lasciare i passeggini e indossare fasce e marsupi per godersi più agilmente l'evento. La nvità di quest'anno è il 'Baby Pit Stop Allattamento' lo spazio che offrirà la possibilità di cambiare e allattare i più piccoli dotato di fasciatoio e poltrona. Diversi anche gli incontri pensati per i neogenitori. Per le classi delle scuole medie e prime e seconde degli istituti superiori Scirarindi offre un incontro esperienziale con la 'contadina dell'edilizia' Daniela Ducato con la collaborazione dell'associazione 'L'uomo che pianta gli alberi' sull'innovazione, ecologia della sobrietà cento per cento petrol free e la custodia della casa comune.

SCIRARINDI E L'ALIMENTAZIONE - Quest'anno ampio spazio ai 'food lab', laboratori esperienziali dedicati ai cibi, ai vini e alle birre di Sardegna. Nel corso degli incontri e laboratori si vuole dare ampio spazio all'analisi sensoriale dei prodotti e alla degustazione guidata nel padiglione I. Mentre un Cooking Show si terrà dalle 18:30 alle 20:30 nella sala C del Palazzo dei Congressi dal titolo 'Sapori d'autunno in Sardegna'. I protagonisti sono gli chef Riccardo Porceddu, presidente dell'Associazione LaboCuci e Fabio Vacca. In giuria tecnica giornalisti, esperti del settore Horeca, food blogger e influencer. Alessandra Guigoni, antropologa, saggista e food blogger sarà la curatrice scientifica della sezione food del festival. 8 stand dedicati alla ristorazione (vegetariana), tra questi anche 'I buongustai' di Antonio Cirronis, chef che ha cucinato anche per l'ex primo ministro del Regno Unito Tony Blair. Vari i punti di prelievo di acqua potabile con l'obiettivo di spingere le persone a non comprare le bottiglie di plastica.

SPECIAL GUEST - Tra gli ospiti speciali della sesta edizione del festival, l'imprenditrice pluripremiata Daniela Ducato, la ex top manager di estrazione bancaria, ora innovatrice sociale d'eccellenza Luciana Delle Donne e Margherita Puliga, cantante del teatro del Maggio musicale fiorentino.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it