Spettacolo e Cultura

Show cooking, Tazenda e 19 Comuni. A Barumini terzo expo del turismo culturale sardo

Il 17 e diciotto dicembre prossimi, nel paesino del Medio Campidano, brillano le eccellenze archeologiche, artistiche ed enogastronomiche della Sardegna. Cuore pulsante il centro "Giovanni Lilliu".



BARUMINI (MC) - Le eccellenze culturali, archeologiche, artistiche ed enogastronomiche della Sardegna in vetrina a Barumini il 17 e il 18 dicembre prossimi, per la terza edizione dell'Expo del turismo culturale in Sardegna, organizzata dalla Fondazione Barumini Sistema Cultura. Barumini si conferma simbolo dell’inseparabile binomio turismo-cultura e per due giorni diventa capitale sarda del turismo culturale. Sabato 17 e domenica 18 dicembre, nel centro culturale "Giovanni Lilliu", in scena la terza edizione dell'Expo del turismo culturale in Sardegna, organizzata dalla Fondazione Barumini Sistema Cultura in collaborazione col Comune di Barumini. L’evento, inserito all’interno del cartellone 2016 delle manifestazioni di grande interesse turistico, promosso e sostenuto dall’assessorato regionale del Turismo, mette in mostra le eccellenze turisticoculturali dell’intero territorio isolano (rappresentate dai principali siti archeologici, storici e museali), in combinazione con quelle enogastronomiche e dell’artigianato artistico.

I soggetti gestori dei luoghi di cultura della Sardegna, provenienti da Abbasanta, Alghero, Barumini, Cagliari, Gesturi, Guspini, Isili, Las Plassas, Pau, Paulilatino, Porto Torres, Pula, Sant’Antioco, Serri, Seui, Thiesi, Torralba, Tuili, Villanovafranca e altri centri della Marmilla, compreso il Polo museale della Sardegna (che rappresenta 14 siti e musei isolani, tra cui i principali di Cagliari e Sassari) sono ospitati negli oltre tremila metri quadrati della moderna struttura del centro culturale, a pochi passi dall’area archeologica Su Nuraxi, unico sito sardo sinora riconosciuto patrimonio materiale dell’umanità dall’Unesco (1997). Le postazioni all’interno del centro sono pronte a promuovere i siti culturali isolani, offrdendo a visitatori e tour operator invitati una panoramica del patrimonio culturale della Sardegna e la sua relativa fruibilità. Nello specifico agli operatori turistici saranno dedicato un workshop, accompagnato da visite guidate per favorire la conoscenza dell’offerta turistico-culturale isolana e un seminario incentrato sul social media marketing e specificatamente dedicato all’uso professionale dei social nel turismo culturale. Oltre alla valorizzazione turistico-culturale, spazio anche per una sezione dedicata alla promozione dei prodotti agroalimentari locali, con relative degustazioni, e delle eccellenze dell’artigianato artistico. In primo piano anche varie presentazioni: il progetto innovativo ‘Veranu’, la mattonella che genera energia, e l’offerta didattica rivolta agli studenti delle scuole superiori da parte delle Università sarde per quanto riguarda i corsi su beni culturali, architettura ed economia del turismo.

Inoltre, la terza edizione dell’Expo culturale è un concentrato (dalla mattina a tarda sera) di eventi collaterali organizzati in collaborazione con gli operatori turisti locali: spettacoli musicali e laboratori didattici per studenti, tour guidati e tematici (in particolare a Su Nuraxi e al polo museale Casa Zapata), mostre temporanee e rievocazioni storiche, seminari e dibattiti, attività social e show cooking. A preparare e offrire al pubblico prelibatezze tipiche gli studenti dell’Istituto alberghiero Azuni di Cagliari e Pula. Nelle due serate, a conclusione delle attività, gli appuntamenti di cartello: sabato 17, il concerto dei Tazenda, e domenica 18, finale a sorpresa. Per tutta la durata degli eventi, il centro sarà attrezzato con materiale informativo (in particolare brochure di presentazione di monumenti e siti) e per attività di accoglienza: servizio bus-navetta, info point, trasporto su carrozza per collegamenti fra aree museali e archeologiche e bici per brevi trasferimenti.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it