Spettacolo e Cultura

Le "città della cultura", Alghero detta la linea nazionale. "Beni culturali e turismo, asse vincente"

Summit tra le principali fondazioni culturali sarde e alcune nazionali. La città catalana al centro delle strategie nazionali . Tra progetti in grande e studio di best practice.



ALGHERO (SS) - Esordio efficace per la rete delle "città della cultura" nell’appuntamento a Lo Quarter. Una grande partecipazione al convegno nazionale promosso dal Comune di Alghero in collaborazione con Promo PA Fondazione. Il tema delle fondazioni che operano nel campo della cultura ha visto confrontarsi le diverse esperienze delle principali fondazioni culturali italiane. Da Franco Mungai della fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ad Antonio Fadda, fondazione Costantino Nivola, a Pierpaolo Forte per la fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee. E poi Aldo Accardo della fondazione di ricerca Giuseppe Siotto, Graziano Milia fondazione di Sardegna e Chiara Sciola per la fondazione Sciola. Al centro del dibattito il ruolo fondamentale delle fondazioni culturali e le migliori pratiche utili alle città per mettere in atto processi di gestione integrata e innovativa della cultura.

Durante l'incontro, spazio anche all’illustrazione di modelli operativi e soluzioni organizzative per la valorizzazione dei beni culturali e del turismo ad esso collegato. Tra gli scopi della rete delle "città della cultura" c’è proprio quello di favorire best practice e creare occasioni di confronto e scambio. Un network in cui il Comune di Alghero partecipa attivamente con la sua programmazione strategica della cultura come elemento portante e strumento per lo sviluppo. Presente al summit anche l'assessore regionale della Cultura, Claudia Firino.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it