Spettacolo e Cultura

A Cagliari torna il carnevale al ritmo de "sa ratantira". Martedì Cancioffali al rogo

Dal centro storico al Villaggio Pescatori, dopo anni di assenza torna il Carnevale cagliaritano: per le vie della città le sfilate delle maschere tradizionali cittadine accompagnate dal suono inconfondibile de “Sa Ratantira”. Quattro giornate e diversi appuntamenti con musica, zeppole e il rogo di Cancioffali per una festa popolare sempre amata e molto partecipata.



CAGLIARI - “Abbiamo nuovamente istituito il carnevale cagliaritano nella programmazione degli eventi di Cagliari”. Con queste parole Marzia Cilloccu Assessore alle Attività Produttive e Turismo del comune di Cagliari, ha presentato alla stampa il Carnevale Cagliaritano 2017. “Questa manifestazione – ha proseguito l'Assessore – avrà ripercussioni positive non solo in chiave turistica, ma sarà utile anche per unire diverse generazioni. Mi piace sottolineare come è stato davvero grande oltre che svolto nel poco tempo a disposizione, il lavoro per poter organizzare questo evento”.
 
Organizzato dall'Amministrazione comunale in collaborazione con quattro associazioni – Sa Ratantira Casteddaia (quartiere Stampace), A.C.S. Senza Confini (quartiere Marina), Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori (Giorgino) e Tra Parola e Musica-Casa di Suoni e Racconti – che hanno deciso di lavorare insieme con l'obiettivo di raccogliere ogni anno nuove adesioni e nuovi contributi per l'organizzazione della festa, il Carnevale cagliaritano inizia con la sfilata del Giovedì Grasso (23 febbraio): appuntamento alle 17 in via del Cammino nuovo per un corteo che percorrerà i quattro quartieri storici della città. 
 
Maschere tradizionali in prima fila per la sfilata di domenica 26, con partenza da piazza Indipendenza alle 16.30: protagonisti saranno in particolare Sa Panettèra (la panettiera), Is Tiàulus (diavoletti maligni), Su Caddemis (il mendicante), Sa Fiùda (la vedova), Su Sabattèri (il ciabattino), Sa Dida (la balia). Nella stessa giornata la Festa di Carnevale per i meno giovani, riservata agli over 65 e organizzata in collaborazione con Venus Dea e con l'associazione Progetto Sorriso Sardegna: zeppolata per tutti, balli e animazione a partire dalle 16.30 nei locali dell'oratorio San Massimiliano Kolbe.  Per partecipare occorre prenotare al numero 349.7240021.
 
In programma nella giornata di Martedì Grasso (28 febbraio) l'ultima sfilata per le vie della città, ancora con partenza da piazza Indipendenza alle 17, che si concluderà con il rogo di Cancioffali in via Santa Margherita e la zeppolata conclusiva della giornata.
Ultima giornata di festa, invece, domenica 5 marzo con due appuntamenti imperdibili. Il primo la mattina, in via Azuni nel quartiere di Stampace a partire dalle 10.30, con la Vespiglia organizzata dal Vespaclub Cagliari; il secondo nel pomeriggio, a partire dalle 17, con la tradizionale Pentolaccia al Villaggio Pescatori dedicata soprattutto ai più piccoli: in programma giochi di gruppo, animazione, laboratori creativi e la classica rottura della pentola ricolma di dolci. Il Comitato di Quartiere Villaggio Pescatori assicura anche una grande zeppolata per tutti i partecipanti: una nuova occasione per conoscere o tornare in uno dei punti più suggestivi della città.
Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it