Spettacolo e Cultura

Festival 'Echi lontani', a Cagliari proiezione di "Johann Sebastian Bach: La passione secondo Giovanni"

Domani, giovedì e sabato a Cagliari proiezione di "Johann Sebastian Bach: La passione secondo Giovanni". La rappresentazione forse più drammatica della sofferenza e agonia di Cristo nel superbo concerto registrato in Austria nel 1985 e diretto dal grande Nikolaus Harnoncourt.



Pasqua a Cagliari con la rappresentazione forse più struggente della Passione di Cristo. Nella Settimana Santa il festival Echi lontani propone, in tre diversi giorni e in tre diversi luoghi, la proiezione video del concerto "Johann Sebastian Bach: La passione secondo Giovanni", registrato nel duomo di Gratz (in Austria) nel giugno 1985 e diretto dal grande maestro Nikolaus Harnoncourt, morto lo scorso anno.

L'appuntamento è mercoledì 12 aprile alle 21.15 nella Chiesa di San Michele in Stampace (via Ospedale 2), giovedì 13 aprile alle 18 nella sala convegni della Fondazione di Sardegna (via San Salvatore da Horta 2), sabato 15 aprile alle 20 nella Chiesa Monumentale di Santa Chiara (scalette Santa Chiara).

Filmata nella splendida Cattedrale gotico-barocca di Graz, l'autorevole guida di Nikolaus Harnoncourt, alla direzione del famoso coro tedesco di voci bianche Tölzer Knabenchor e del suo Concentus Musicus Wien, su strumenti d'epoca, ci presenta la Passione forse più drammatica di tutte.

"In questa esecuzione abbiamo cercato di realizzare i desideri di Bach nella maniera più autentica possibile", disse Nikolaus Harnoncourt, per descrivere la registrazione di questo concerto. Del quale alcune cose rimangono memorabili e sono tuttora pressoché insuperate, come l'uso di voci bianche per i soli (Soprano e Alto), che segue la pratica vigente all'epoca di Bach, e l'inconfondibile carica emotiva di Harnoncourt stesso.

Altri aspetti denotano una certa ingenuità tipica per quegli anni: la rottura con la tradizione bachiana non è, a parte l'uso di strumenti più o meno originali, completa; l'orchestra ed il coro stesso rimangono numericamente ben più numerosi di qualsiasi esecuzione avvenuta all'epoca di Bach, ed i restanti solisti non fanno parte del coro, come sarebbe avvenuto in epoca bachiana. Chiaramente di rilievo rimane la visione harnoncourtiana, trasparente, tagliante ed energica tipica di colui che ha, in quegli anni, rivoluzionato il mondo della musica, non solo antica.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it