Spettacolo e Cultura

Americas, all'Exma i grandi della fotografia contemporanea

L'Exma (Exhibiting and Moving Arts) presenta, dal 26 maggio al 25 giugno, Americas, seconda tappa del programma espositivo pluriennale 'Sguardi sul mondo attuale', dedicato alla grande arte contemporanea internazionale.



CAGLIARI - Nato all'interno della rete di partnership promossa dal Consorzio Camù, il progetto mette in mostra opere appartenenti o nella disponibilità della collezione privata di Antonio Manca, con base in Sardegna, aperta verso il mondo.

Agli esordi di una problematica "era Trump", AMERICAS è un'esposizione importante, impegnata, partecipe del nostro presente: riafferma il valore dell'incontro, del dialogo e delle contaminazioni, mentre la politica impone nuovi muri e separazioni; laddove i decreti dividono, l'arte unisce, grazie al lavoro di quanti per le proprie storie biografiche, e per il coraggio di perseguire idee scomode e controcorrente, costituiscono un ponte tra differenti culture.

In Americas, gli artisti sono di assoluto rilievo, e tra loro alcune vere e proprie icone della contemporaneità, quali David LaChapelle, Andres Serrano, Cindy Sherman, Nan Goldin: alla Goldin è riservato uno spazio privilegiato, con una raccolta di immagini appartenenti ad alcune tra le sue serie più celebri, a partire da The Ballad of Sexual Dependency, costruita come un diario intimo d'amore e perdizione contro il perbenismo della middle-class americana.

Immagine in alto: Bill Owens, Altamont, 1969

Ultimo aggiornamento: