Spettacolo e Cultura

Si alza il sipario sul Carloforte Music Festival. Dal 25 agosto al 3 settembre

Dal 25 agosto al 3 settembre a Carloforte le giovani star europee della musica classica si incontrano sotto la guida del Maestro Andrea Tusacciu per dar vita alla quinta edizione del Carloforte Music Festival. Tra gli ospiti i Berliner Camerata, Eric Silberger e la pianista greca Teodosia Ntokou.



CARLOFORTE - Giunto alla sua quinta edizione il Carloforte Music Festival si è conquistato una posizione di rilievo tra gli appuntamenti dell'estate sarda. Dal 2003 la piccola isola di San Pietro, nella costa sud occidentale della Sardegna, è infatti divenuta luogo di incontro di alcuni fra i migliori giovani talenti internazionali della musica classica.

Dal 25 agosto al 3 settembre, come sempre sotto la guida artistica del Maestro Andrea Tusacciu, pianista e direttore d'orchestra attivo da anni a Bruxelles il festival, che ogni anno attira turisti e residenti, proporrà cinque appuntamenti di grande interesse che vedranno sul palcoscenico solisti e ensemble di assoluto prestigio. Per il primo anno tutti i concerti si terranno nello storico Teatro Cavallera. Iniziato nel 1920, il Cavallera, chiamato anche Casa del proletariato o U Palassiu, fu completato nel maggio 1922 e ospitò le prime organizzazioni sindacali dei battellieri. In seguito, quando tali organizzazioni sindacali persero il loro ruolo, l'edificio venne trasformato in cineteatro diventando un luogo di cultura politica, teatrale ed intrattenimento. L'interno è in stile liberty.

IL PROGRAMMA.

Si inizia venerdì 25 agosto, (ore 21), con Musica da Oscar recital pianistico di Romeo Scaccia protagonista di un coinvolgente programma tutto dedicato alle grandi colonne sonore. Un omaggio particolare al Premio Oscar Ennio Morricone in una scaletta che prevede anche musiche dello stesso Scaccia. Nel corso del concerto saranno proiettate le immagini tratte dai film scelti.

Si prosegue sabato 26 agosto, inizio ore 21, con Napoli Inferno e Paradiso. Sul palco del Cavallera Antonio Volpi (voce recitante), Annalisa Mameli (cantante) e Corrado Aragoni (pianoforte). Uno sguardo innamorato si posa su Napoli, sulla sua storia, le sue straordinarie bellezze, le sue battaglie, perse e vinte, le sue eterne contraddizioni, i suoi poeti, le sue canzoni. Uno sguardo che viaggia attraverso il tempo per restituirci una immagine, antica di ricordi ma vivida di colori: l'immagine di Napoli, "un inferno con tanti pezzetti di paradiso sparsi qua e là". Lo spettacolo è un viaggio che si snoda tra aneddoti, racconti, poesie e canzoni, quelle senza tempo che attraversano i secoli, indenni, fresche come rose al primo sole, il sole di Napoli.

Con il terzo appuntamento, mercoledì 30 agosto, entra in scena l'orchestra dei Berliner Camerata, una straordinaria formazione che ha acquisito nel tempo una posizione di leadership tra le orchestre da camera della Germania, ed un'eccellente reputazione per le loro performances musicali, sul palco del Cavallera insieme alla pianista greca Theodosia Ntokou e a Riccardo Spiga alla tromba. In programma musiche di Barber, Saint-Saëns, Holst, Shostakovitch. Dirige Andrea Tusacciu.

Si prosegue venerdì 1 settembre (inizio ore 21) con un altro gradito ritorno, quello del violinista Eric Silberger, Premiato al XIV International Tchaikovsky Competition di Mosca e al Michael Hill International Violin Competition, Eric Silberger si è esibito come solista in tutto il mondo, suona regolarmente in prestigiose sale da concerto come il Lincoln Center, la Carnegie Hall, il Kennedy Center, la Sala Grande della St Petersburg Philharmonia, la Moscow International House of Music in Russia, il Grand Theatre di Shangai, la Royal Festival Hall di Londra, il National Arts Centre in Canada. Le sue performances sono state trasmesse in numerose emissioni televisive e radiofoniche negli Stati Uniti, in Asia e in Europa. Con lui sul palco del Cavallera il violinista Gianmaria Melis e i Berliner Camerata, tutti diretti da Andrea Tusacciu. In programma la Sinfonia n. 10 in si minore di Felix Mendelssohn, il concerto per due violini e orchestra in re minore di J. Sebastian Bach e Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi.

Gran finale, domenica 3 settembre (inizio ore 21) con un Gala di chiusura di grande impatto che vedrà insieme sul palcoscenico alcuni dei protagonisti di questa edizione 2017 insieme a artisti che si sono esibiti nelle passate edizioni. Con un ricchissimo programma che va da Saint-Saëns a Mendelssohn, da Chopin a Tchaikovsky fino a Piazzolla la serata vedrà le esibizioni di Eric Silberger (violino), Theodosia Ntokou (pianoforte), Giulio Biddau (pianoforte), Giammaria Melis (violino), Fabio Furia (bandoneon). Con loro i Berliner Camerata diretti, come sempre da Andrea Tusacciu.

Foto Giuseppe Murru 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it