Spettacolo e Cultura

Immagini del Supramonte "rubate" e l'offesa alla comunità Orgolese

Le immagini del Supramonte di Orgosolo e del canto a tenore firmate Karel finiscono in un servizio del Tg 2 su rapimenti e criminalità. Scoppia la polemica per un dichiarato danno di immagine alla comunità orgolese e alla Sardegna tutta.



"Un danno di immagine per il nostro lavoro, per il Tenore Supramonte Orgosolo e per tutta la comunità orgolese". Questo il commento di Davide e Luca Melis di Karel produzioni.

Il centro barbaricino ha fatto da sfondo per un servizio sul sequestro di Giuseppe Soffiantini andato in onda martedì sera sul Tg di Rai due.
Il servizio ha utilizzato Orgosolo e le voci del Tenore Supramonte per un approfondimento su sequestri e banditismo.
Non c'è solo il danno per il Comune, utilizzato ancora come scenario per la descrizione di azioni criminali: questa volta le immagini sono state usate senza la licenza dei produttori, la società cagliaritana Karel.

In onda sul Tg 2 è andato una parte di un video tratto dal documentario "Supramonte", realizzato nel 2013 con il finanziamento dalla Provincia di Nuoro e dalla Regione Sardegna per il progetto comunitario Corem – Cooperazione delle reti Ecologiche nel Mediterraneo.
Il video si trova su Youtube e mostra le spettacolari vedute aeree della montagna barbaricina accompagnate dal canto del Tenore Supramonte di Orgosolo registrato nella grotta Sa Oche di Oliena: ha raggiunto oltre quattrocento mila visualizzazioni proprio per la bellezza delle immagini e dei suoni.

Non è la prima volta che i tg della Rai mandano in onda inchieste su crimini, omicidi e banditismo associate a Orgosolo: nel maggio 2017, a corredo di un approfondimento sul Giro d'Italia, sul Tg 1 presentò un servizio sugli omicidi di Orune e Nule con le riprese di Orgosolo.

Sulla vicenda è intervenuto anche l'assessore regionale alla Cultura Giuseppe Dessena: "il canto a tenore è parimonio Unesco, non si può non comprenderne l'importanza e la bellezza associandolo in modo improprio a contesti ai quali non appartiene”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it