Spettacolo e Cultura

La Carmen di Georges Bizet ritorna al Lirico di Cagliari

Il dramma, sanguigno e popolarissimo, ritorna nell'emozionante allestimento scenico “Premio Abbiati 2006”, con dieci repliche.



Venerdì 22 giugno alle 21 va in scena il quarto, attesissimo appuntamento della Stagione lirica e di balletto 2018 del Teatro Lirico di Cagliari che prosegue nei mesi estivi, a favore del pubblico di abbonati e dei numerosissimi turisti presenti nell’Isola, con un gradito ritorno: Carmen, opéra-comique in quattro atti, su libretto di Henry Meilhac e Ludovic Halévy, tratto dalla novella omonima di Prosper Mérimée, e musica di Georges Bizet il famoso compositore nato a Parigi nel e morto a Bougival nel 1875.

Lo spettacolo andrà in scena con l’allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, in lingua originale francese con sopratitoli in italiano. L’allestimento risale al luglio 2005 e ha vinto nel 2006 il Premio della Critica Musicale “Franco Abbiati” per la migliore regia.

La Carmen sarà rappresentata, quest’estate, per dieci serate, di cui 8 in abbonamento e 2 fuori abbonamento, dedicate soprattutto ai turisti.
L’allestimento di Carmen, curato per la regia da Stephen Medcalf, viene interpretato attraverso un’ideale rilettura della Spagna classica, “teatro” delle contrastanti vicende sentimentali di Carmen, Don José, Micaela ed Escamillo, ed ambientato agli inizi degli anni Quaranta del secolo scorso, durante il secondo conflitto mondiale ed il regime totalitario di Francisco Franco.

Le luci sono di Simon Corder, riprese da Marco Mereu, e la coreografia di Maxine Braham, ripresa da Luigia Frattaroli.
L’Orchestra, il Coro del Teatro Lirico ed il Coro di voci bianche del Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sono guidati da Massimo Zanetti, direttore d’orchestra abruzzese, ospite regolare dei più prestigiosi teatri d’opera al suo debutto al Teatro Lirico di Cagliari. Il maestro del coro è Donato Sivo. Il maestro del coro di voci bianche è Enrico Di Maira.

L’opera, rappresentata per la seconda volta a Cagliari dopo quella del 2005 e 2011, nell’edizione del 1873 in lingua francese con gli originali dialoghi parlati, si avvale di cantanti/attori prestigiosi.

In Carmen, rappresentata per la prima volta a Parigi al Théâtre de l’Opéra-Comique il 3 marzo 1875, Georges Bizet ha unito diverse tradizioni, diverse convenzioni, diversi mondi. La Spagna creata da Bizet è prima ancora che un luogo geografico, il luogo della psicologia umana, il luogo della passionalità e dell’istinto: amore e odio, libertà e legami, maschio e femmina. Ed è in questi dualismi che va ricercata l’universalità dell’opera di Bizet e dei due caratteri di Don José e Carmen. I personaggi dell’opera sono lontani dall’originale letterario di Mérimée e rappresentano dei veri e propri personaggi simbolo: una gitana libera, Carmen, e un angelo casalingo, Micaela, come due poli dell’anima di Don José. Quest’ultimo è alla ricerca della libertà che finirà per trovare solo nel compiere un gesto estremo come quello dell’uccisione di un altro essere vivente.


L’opera, della durata complessiva di 3 ore e 20 minuti circa compreso un intervallo, viene rappresentata ovviamente in lingua originale francese e il pubblico, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, ha anche l’ausilio dei sopratitoli in italiano che, scorrendo sull’arco scenico del boccascena, favoriscono la comprensione del libretto.
Carmen, la cui ultima rappresentazione a Cagliari risale al dicembre 2011, sarà in scena da sabato 23 giugno a martedì 3 luglio, con uno spettacolo fuori abbonamento.

 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it