Spettacolo e Cultura

“Su Prugadoriu”: il rito delle anime a Seui diventa una festa popolare

L’edizione 2018 si articola su tre giornate, da martedì 30 ottobre a giovedì 1 novembre.



Dopo il crescente successo riportato nelle scorse ventuno edizioni, nella suggestiva cornice del centro storico di Seui ritorna“Su Prugadoriu”. L’edizione 2018 si articola su tre giornate, da martedì 30 ottobre a giovedì 1 novembre.
L’evento trae origine dall’antichissima festività che si richiama al culto delle anime. “Su Prugadoriu”, con i bambini che girano di casa in casa chiedendo offerte per la salvezza delle anime del purgatorio. “Su Prugadoriu” ha mosso i suoi primi passi alla fine degli anni ’90. In oltre venti anni questa rassegna per la Comunità Seuese è diventata anche una prestigiosa vetrina per presentare la sua antica tradizione enogastronomica, le tradizioni, l’artigianato, l’ambiente e la sua ricchissima e la variegata offerta culturale e turistica. Il tutto con grande successo di pubblico. L’edizione 2018 ha visto la partecipazione di oltre 25 mila visitatori.  
Nei caratteristici “Mangasinus” (vecchi locali e laboratori), che saranno aperti al pubblico lungo le strade del centro storico, sarà possibile degustare le numerose e genuine bontà dell’antica tradizione della cucina seuese.
L’artigianato tradizionale sarà il protagonista con numerosi laboratori: S’arrasoja seuese, legno, pelle, bronzo/argilla, telaio, cestini e tanti altri.

Per il teatro, martedì sera, nella suggestiva cornice del lavatoio di “Funtana ‘e Iossu”, la Compagnia il Crogiuolo di Cagliari presenterà lo spettacolo “Janas” - Figure della tradizione magica della Sardegna. Lo spettacolo racconta alcuni aspetti della vita di queste fate, traendo ispirazione dalle leggende e dalla storia della tradizione sarda.

Come sempre anche quest’anno è stato dato ampio spazio alle maschere arcaiche della tradizione sarda. Nel tardo pomeriggio di mercoledì le vie del centro storico saranno percorse da “S’Urtzu e sa Mamulada” di Seui, che sarà seguito dell’antica maschera di Macomer “Donna Zenobia”.
Giovedì  mattina sarà la volta del gruppo  “Cambas de’ Linna” di Guspini. A chiudere, nel tardo pomeriggio, saranno i bambini de’ “S’Urtzu e sa Mamulada” di Seui.
Nel pomeriggio di giovedì le strade si coloreranno anche degli antichi colori degli costumi tradizionali dei Gruppi folk “Santa Lucia” di Seui e “San Sperate”.

Come consuetudine la Banda musicale “Gioacchino Rossini” di Seui suonerà nel centro storico martedì e giovedì sera.

I tre giorni di festa saranno animati da numerosi artisti di musica etnica sarda. Martedì è prevista l’esibizione dei “Tamburinos” di Gavoi. Spazio anche alle melodie del Coro “Ardasai” di Seui.


Da non perdere le numerose mostre: a) “Il costume sardo seuese” (ospitata nei locali della Pinacoteca comunale); b) “Fedeli alla Lenia”, alla scoperta del suggestivo trenino delle ex-Complementari, con la ricostruzione di ambienti della locale stazione ed una vasta e splendida collezione di plastici e modellini ferroviari in scala (c/o Palazzina Liberty); c) “Seui 2018 - Prima mostra nazionale sul fumettista Salvatore Deidda a cura di Salvatore Carboni (c/o la Fabbrica di Kimbe - via Garibaldi, 82); d) “Esposizione micologica” a cura del Gruppo Micologico e Botanico d’Ogliastra (c/o Salone del cinema parrocchiale); e) “Donne della resistenza. Madri della Costituzione. Itinerari di Democrazia” a cura di Luisa Sassu (c/o Centro polivalente - via Torino); f) Didattica di promozione dell’editoria sarda, a cura della casa editrice Domus de Janas.


Sarà anche l’occasione per visitare la vasta rete museale presente a Seui, con i suoi cinque musei comunali del “Percorso museale monumentale Sehuiense”.
Mercoledì e giovedì nelle strade del centro storico viaggerà anche il Trenino dei Murales, che porterà i turisti alla scoperta del paese.

Come vuole la tradizione anche l’edizione 2018 sarà chiusa dalla “cerimonia” del lancio della zucca.  




Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it