Spettacolo e Cultura

Carbonia. L’80mo compleanno della città sarda, fondata nel 1938.

Eventi, mostre e concerti dal 2 al 23 dicembre.



Il countdown è ormai cominciato: il 18 dicembre la città di Carbonia compirà 80 anni. Un traguardo importante, preceduto da una lunga vigilia che prevede feste tutti i giorni. Il programma dell’80esimo compleanno è ampio e articolato e si coniuga con le numerose manifestazioni previste nell’ambito della festività religiosa del Natale. Dal 2 al 23 dicembre si succederà un ricco cartellone di eventi, mostre e concerti presentati dal Comune di Carbonia, dal Centro Servizi Culturali Carbonia Iglesias, da Sistema Museo, dalla Pro Loco e da tutti gli organizzatori e i partecipanti a vario titolo coinvolti nelle iniziative.

Tra gli eventi inseriti nel cartellone, spicca il ritorno in città, dopo ben 18 anni di assenza, della rassegna di cinema e fumetti “Nuvole parlanti”, la famosa rassegna di cinema e fumetti che ha contribuito a far conoscere la città di Carbonia oltre i confini regionali e nazionali ed è stato un punto di riferimento di numerosi artisti e vignettisti di fama nazionale. L’evento si svolgerà dal 7 al 16 dicembre. “Nuvole Parlanti” rappresenta una fucina di idee, talenti, arte e creatività.

Il ricco calendario prevede numerosi eventi tra i quali, l’inaugurazione del Master universitario di Alta Formazione in Architettura del Paesaggio; l’inaugurazione di un nuovo tratto del Cammino Minerario di Santa Barbara; la premiazione degli sportivi e degli studenti più meritevoli; la conferenza della Rotta Culturale Atrium (Architecture of Totalitarian Regimes of the XX Century in Europe’s Urban Memory); il concerto musicale della banda cittadina Vincenzo Bellini; i gemellaggi con le città minerarie di Oberhausen e Behren Lès Forbach; gli eventi dedicati allo show cooking in piazza Roma con la degustazione dei piatti tipici delle zone di provenienza dei primi minatori giunti in città.

Altro importante evento celebrativo è la mostra fotografica MUSEO 30 che inaugura il 19 dicembre. Il Museo Archeologico Villa Sulcis è il cuore del Sistema Museale della Città, fulcro di un'intera filiera dei Beni Culturali, dallo scavo all'esposizione, e il centro  di attività didattiche e di divulgazione nel territorio. La mostra intende celebrare la sua evoluzione dall'apertura nel 1988 ad oggi. Resterà visitabile fino al 20 gennaio 2019 con ingresso gratuito.

Ultimo aggiornamento: