Sport

Dinamo Sassari, stop al digiuno. Asfaltata con carattere Capo d'Orlando

92-63 il risultato finale, i biancoblù sardi interrompono la lunga striscia di sconfitte. Decisivi gli ultimi due quarti, la classifica - e la situazione playoff scudetto - fa meno paura.



SASSARI - Una Dinamo Sassari bella e cinica, determinata e aggressiva: i ragazzi di coach Federico Pasquini si mostrano di fronte al pubblico del Palaserradimigni in tutto il loro spolvero, con una cattiveria e una fame come non ancora vista nella regular season. Una squadra unita e coesa, che lotta insieme verso un unico obiettivo chiamato playoff: la scintilla si accende fin dai primi minuti, con i primi punti a portare la firma di Matteo Formenti, simbolo di quello zoccolo duro italiano che lotta e ci crede, dando sempre il massimo. I Giganti mettono a segno un ottimo primo quarto, con un grande Alexander, nel secondo però perdono un po’ di intensità e permettono agli ospiti, guidati da un grande Boatright (18 punti), di riportarsi in partita e chiudere il primo tempo avanti di un possesso. Al rientro dall’intervello Logan e compagni restano lì, senza mollare e trovano il break che gli permette di chiudere il match in avvio dell'ultimo quarto.

 

DINAMO SASSARI 92 - CAPO D'ORLANDO 63

Dinamo Sassari –Petway, Logan 20, Formenti 6, Devecchi , Alexander 23, D’Ercole 3, Marconato, Sacchetti 4, Akognon 9, Stipcevic 13, Varnado 7, Kadji 7. All. Federico Pasquini.

Betaland– Galipò, Stojanovic, Basile 5, Laquintana 8, Perl, Nicevic 10, Boatright 18,  Jasaitis 10, Bowers, Munafò, Oriakhi 6, Nankivil 6. All. Gennaro Di Carlo.

Arbitri: i signori Luigi Lamonica, Nicola Ranaudo e Fabrizio Paglialunga.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it