Sport

Triathlon, a Cagliari si scrive la storia: prima World Cup in Italia

Storica World Cup a Cagliari con sguardo verso Rio. Domenica 8 maggio la ‘prima’ italiana del circuito mondiale: in gara per conquistare la qualificazione Olimpica i campioni di 31 Nazionali.



CAGLIARI - Ancora pochi giorni alla prima storica World Cup di Triathlon in programma in Italia, con protagoniste la Sardegna e il suo capoluogo Cagliari, che domenica 8 maggio ospiteranno una tappa del circuito mondiale Itu (International Triathlon Union, la Federazione Internazionale della multidisciplina), su distanza sprint (750m nuoto, 18km bici, 5km corsa). Al via tanti atleti importanti, con sguardo rivolto alle qualificazioni olimpiche, visto che la Coppa del Mondo porta punti ‘utili’ per il ranking che i protagonisti dei Giochi di Rio. Sono definitive le start list e si preannuncia una domenica di gare di altissimo spessore, spettacolo agonistico assicurato: 44 le donne e 77 gli uomini in gara, in rappresentanza di 31 Nazioni e di tutti i 5 Continenti.

Percorsi tecnici e selettivi attendono gli atleti a Cagliari: il nuoto si svilupperà nelle acque del molo Ichnusa, nel porto cittadino, dove saranno allestiti anche la zona di transizione e l’arrivo. Per quanto riguarda il percorso ciclistico, si prospetta uno scenario davvero suggestivo, che porterà gli atleti nel cuore della città storica, lungo un tracciato con altimetrie che ricordano quelle di Rio. La frazione podistica si svolgerà sul lungomare di Su Siccu adiacente al porto.  

Sono 10 gli azzurri convocati dal DT Nazionale Mario Miglio. In primis Annamaria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro), Alessandro Fabian (C.S.Carabinieri) e Davide Uccellari (G.S.Fiamme Azzurre), chiamati in gara con l’obiettivo di onorare la ‘prima’ dell’evento in qualità di padroni di casa e gareggiare ad alto livello in una competizione mondiale, sebbene le qualificazioni  per Rio non siano in discussione. Per gli under23,  Dario Chitti (CUS Parma), Gianluca Pozzatti (CUS Trento), Delian Stateff (G.S.Fiamme Azzurre) e Verena Steinhanuser  (Cremona Stradivari), sarà invece  un’importante e prestigiosa occasione agonistica di assoluto livello internazionale, con sguardo rivolto soprattutto alla selezione ai prossimi campionati europei di sprint (in Francia a fine giungo), così anche per i due specialisti della distanza sprint, i carabinieri Massimo De Ponti e Daniel  Hofer.

In scena per prime le donne, con partenza alle ore 10.30. Le protagoniste eccellenti sono tante: oltre alle italiane Mazzetti - pluricampionessa italiana di sprint ed olimpico, vicecampionessa europea in carica, portacolori azzurra già a Londra e quest’anno ‘solida’ carta olimpica per  Rio - e Steinhauser, tra le straniere ‘doc’ spicca il nome della svedese  Lisa Norden, medaglia d’argento olimpica a Londra 2012: si presenta a Cagliari per conquistare la sua carta di partecipazione  a Rio e sarà quindi decisa a dare filo da torcere. Tra le altre forti concorrenti straniere, ci sono la ceca Vendula Frintova, esperta atleta del panorama mondiale, già pronta a partire per Rio, e l’austriaca Lisa  Perterer, che ha nel suo palmares 6 podi in World Cup dal 2011 ad oggi.  

Alle ore 12.30 dal Molo Ichnusa di Cagliari ruberanno il palcoscenico gli uomini, con la partenza della gara maschile. Fabian avrà il pettorale numero 1. ‘Capitano’ Fabian è l’azzurro che ha realizzato il miglior piazzamento del triathlon italiano maschile alle Olimpiadi con il 10° posto assoluto e 10 è anche  il numero che indica la sua posizione attuale di ranking del circuito di campionato del mondo 2016.  Il pluricampione italiano su distanza sprint e olimpica e argento in World Cup nel 2014 avrà il compito di essere tra i principali protagonisti di un evento storico per il triathlon italiano. Compito non facile vista la presenza di agguerriti avversari che giungono a Cagliari per guadagnarsi il passaporto olimpico, tra cui i forti francesi Aurelien Raphael e David Hauss, campione europeo in carica (nonché 4° lo scorso anno nel test event a Rio e 4° ai piedi del podio olimpico di Londra), il sudafricano Wian Sullwald e  il norvegese Kristian Blummenfelt.

L’evento rientra nella strategia di valorizzazione delle grandi manifestazioni sportive mondiali messa in campo dalla Regione Sardegna quale veicolo di promozione del marchio ‘Sardegna Isola Senza Fine’, ed è sostenuto anche dal Comune di Cagliari. “Supportiamo questa iniziativa con molta convinzione”, ha detto l’assessore al Turismo Francesco Morandi durante la conferenza stampa di presentazione. “La scelta non è caduta a caso sull’Isola, che ha già mostrato negli ultimi anni di essere una destinazione di riferimento per la multidisciplina, e vuole continuare a esserlo ancora maggiormente in futuro, grazie alla visibilità mondiale che manifestazioni come questa possono offrire”, ha spiegato Morandi. Entusiasmo anche da parte del sindaco di Cagliari, Massimo Zedda: “Eventi come questo sono un’occasione per la città di Cagliari per affermarsi come meta dello sport, in vista non solo della candidatura a Città Europea dello Sport, ma anche a Roma2024”. “La frazione di bici nel centro storico – ha aggiunto l’assessore allo Sport YuriMarcialis – è una vetrina internazionale straordinaria per la città”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it