Sport

Vela, Gaetano Mura supera l'Equatore

Italia, la barca con cui il velista sardo Gaetano Mura sta circumnavigando il mondo in solitario, ha superato l'Equatore. Nella carriera di Mura questo è il terzo passaggio nella linea equatoriale, l'ultima volta nel 2013 assieme l’amico e co-skipper Sam Manuard alla Transat Jacques Vabre.



L'Italia della vela all'Equatore: il velista e solitario Gaetano Mura, a bordo del Class40 Italia, ha passato oggi, alle
 15,16 ora italiana, la linea del parallelo zero, l'Equatore, entrando così nell'emisfero Sud. 18 giorni dopo la partenza da Gibilterra, il giro del mondo del navigatore sardo entra così in una nuova fase. Da adesso la rotta di Italia sarà verso l'Atlantico meridionale e verso il prossimo passaggio fondamentale e difficile: doppiare il Capo di Buona Speranza ed entrare nell'Oceano Indiano e nei Mari del Sud.

Per Gaetano Mura si tratta del terzo passaggio dell'Equatore, ecco come le ricorda da bordo: "Sono state tre esperienze molto forti della mia vita, molto diverse tra loro. La prima nel 2009 alla Mini Transat sempre in solitario ma in un guscio di noce con una barca da sei metri e mezzo. Nel 2013 in doppio con Sam Manuard alla transoceanica Jacques Vabre, la rotta come alla Mini sempre dalla Francia al Brasile, e ora per questo giro del mondo. Il sogno della mia vita. Questa volta, in più, sento un grande calore. L'ho avvertito alla mia partenza a Cagliari con tante persone che sono venute a salutarmi e accompagnarmi in barca. Poi ci sono i tanti che mi scrivono, e che mi incoraggiano con i loro commenti sui social. Questa volta rappresento una nazione, veramente una bella sensazione."

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it