Sport

Ostar 2017, Andrea Mura al centro della "tempesta perfetta". Oceano forza 9 e vento fortissimo

La regata in solitaria vede lo skipper sardo ancora primo. Grande apprensione, tra onde alte 6 metri e raffiche fino a 47 nodi. La rotta verso il traguardo di Newport, come da tradizione, è tutta controvento.



Andrea Mura al centro della "tempesta perfetta". Una condizione meteo decisamente imprevedibile, quella che ha colpito l'area dell'oceano Atlantico nella quale lo skipper sardo, alla guida di Vento di Sardegna, cerca di cogliere la vittoria bis nella Ostar. Onde alte fino a sei metri, vento incessante a 47 nodi, con il risultato di una barca inghiottita spesso dai flutti e con lievi danni.

Tante ore di apprensione, prima di un mare ritornato decisamente calmo. Lo skipper sardo prosegue la navigazione controvento verso Newport. "Per un po' di tempo è stato impossibile navigare, mi sono dovuto spingere a terra in assetto conservativo. Anche questa è la Ostar", dice Mura, attraverso un breve messaggio inviato allo staff che segue a distanza la sua gara.

Ultimo aggiornamento: