Sport

Esordio col botto per la Dinamo Sassari. Vittoria netta su Cantù: 94-80

Ottima la prima, i biancoblù sardi battono i lombardi in una gara che vede una supremazia dei ragazzi di mister Pasquini. Il campionato di serie A inizia nel migliore dei modi.



SASSARI - Buona la prima: la Dinamo Sassari esordisce nelle mura casalinghe battendo un’agguerrita Pallacanestro Cantù, condotta da un ispirato Jaime Smith (22 punti). Gli uomini di coach Federico Pasquini, dopo i primi 20’ punto a punto, trovano l’energia e la grinta per firmare il break che gli permette di condurre il secondo tempo e conquistare i due punti in palio, senza patire le assenze di Hatcher e Bamforth. A condurre il Banco due grandi protagonisti: uno stratosferico Shawn Jones a segno con 19 punti e ben 17 rimbalzi per un28 di valutazione, e un super Levi Randolph, autore di 18 punti 5 rimbalzi e 5 assist. Determinante l’apporto di Marco Spissu, partito in quintetto nel giorno del ritorno a casa e a referto con 11 punti e 4 assist, protagonista del break del terzo quarto, Dyshawn Pierre (13 punti, 6 rimbalzi), Darko Planinic (10 punti) Rok Stipcevic (11 punti, 7 rimbalzi) e Achille Polonara (9 punti).

LA SFIDA - Coach Pasquini manda in campo Spissu, Randolph, Pierre, Jones e Polonara, coach Bolshakov risponde con Smith, Culpepper, Crosariol, Chappell e Burns. Ad aprire le danze c’è Levi Randolph: l’esterno dell’Alabama infila i primi 6 punti biancoblù. Cantù si porta in parità grazie a due giochi da tre punti di Smith. I ragazzi di coach Pasquini provano a scappare via con un parziale di 6 lunghezze, con Spissu, Pierre e l’alleyoop dell’asse Randolph-Polonara. La bomba del Capitano e il canestro di Planinic siglano il massimo vantaggio dei biancoblù sardi. Contro break di Cantù che chiude la prima frazione 21-22. I giganti rimettono la testa avanti con Randolph, Planinic e Pierre, Cournooh e Crosariol riportano i lombardi a -1. I sassaresi scavano fino al +5, ma la Red October si riporta in parità. È un canestro di Planinic a chiudere il primo tempo con i biancoblù avanti 47-45. Al rientro dagli spogliatoi è una Dinamo Sassari con gli occhi iniettati di sangue quella che calca il parquet. I sardi infilano un break che li porta in vantaggio in doppia cifra: a innescare la cavalcata sassarese è Spissu. La curva lo incita con uno striscione “Dai gradoni al campo nulla è cambiato, Marco Spissu uno di noi” lui risponde con una bomba. I biancoblu si accendono, Randolph, ormai a quota 18 punti, Polonara e MiniSpì conducono la squadra e scrivono il nuovo massimo vantaggio di +19. Il PalaSerradimigni esplode e incita i suoi giganti: al 30’ il tabellone dice 75-61. Negli ultimi 10’ minuti Devecchi e compagni infliggono un break di 10 punti che mette il sigillo sulla vittoria, ci sono minuti per il giovanissimo Ezio Gallizzi. La prima di campionato si chiude 94-80.


DINAMO SASSARI 94 – PALLACANESTRO CANTÚ 80

21-22; 26-23; 28-16; 19-19

Dinamo Sassari. Spissu 11, Gallizzi, Bamforth, Planinic 10, Devecchi 3, Randolph 18, Pierre 13, Jones 19, Stipcevic 11, Polonara 9, Picarelli, Tavernari. All. Federico Pasquini.

Pallacanestro Cantù. Smith 22, Culpepper 11 Cournooh 5, Parrillo 4, Tassone, Crosariol 4, Maspero, Raucci, Chappell 10, Burns 15, Thomas 9. All. Kirill Bolshakov.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it