Sport

"Diversi? No, uguali a tutti gli altri". Successo a Sassari per lo sport paralimpico - LE FOTO

Il centro della città turritana invaso da giovani e non più giovani sportivi, in un trionfo di gare e colori. 24 le aree tirate su in piazza d'Italia. "Colpo d'occio emozionante".



SASSARI - Un irrefrenabile e contagioso brusio amalgamato di solidarietà ed equità. Gli sport paralimpici attraggono, appassionano, aumentano la percezione di quanto sia complicato fare le cose normalmente più semplici, ma i risultati che ne conseguono sono eccellenti. Chiedetelo agli alunni dei 35 plessi scolastici che gradualmente hanno riempito la piazza d’Italia a Sassari, compiendo uno straordinario miscuglio di figure animate, grazie anche alle magliette celebrative che indaffaratissime hostess dell’organizzazione hanno distribuito al loro arrivo. Ventiquattro aree sportive divise tra Federazioni Sportive, Discipline ed Enti di Promozione erano in assetto completo ed impeccabile, facilmente riconoscibili dai banchetti personalizzati. Pronti con il loro staff di volontari e tecnici ad insegnare i trucchi per compiere gesti atletici mirabolanti, come quelli che ormai si vedono più spesso in televisione quando i paralimpici danno mostra delle loro incredibili peripezie atletiche.

Da notare come in una zona nevralgica del centro storico, per di più a traffico limitato, 24 torpedoni si siano incuneati senza creare particolari problemi alla viabilità in una zona tra l’altro priva di parcheggi. Il presidente regionale del Cip Paolo Poddighe che, come promesso, ha parlato in diretta dall’Argentina dove sta seguendo un’importante rassegna internazionale di Tiro con L’Arco: “Mi dispiace non essere stato nella mia città a vivere questa bellissima festa di sport – ha rimarcato il presidente sassarese - a contatto con tante vivaci scolaresche entusiaste. Il colpo d’occhio è stato emozionante; sono sicuro che con l’intensificarsi dei nostri sforzi, i messaggi del Cip riusciranno a raggiungere mete fino a qualche anno fa impensabili. Ringrazio le autorità che con la loro presenzahanno dato un tocco ancor più regale alla manifestazione. Rivolgo i miei sinceri complimenti a Sandrino Porru che mi ha sostituito egregiamente, alla Giunta, alla Segreteria e a tutti i collaboratori che hanno faticato tanto in questi giorni, il loro lavoro non è stato vano. Nel proseguo della nostra programmazione credo che non mancheranno tante altre belle soddisfazioni”.

Il marchio Cip Sardegna si consolida grazie all’interazione continua con i delegati regionali. Non si spiega altrimenti l’affluenza massiccia fatta registrare in piazza d’Italia. Ecco di seguito le sigle presenti: FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali), FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina), FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi), FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico), FIS (Federazione Italiana Scherma), FITARCO (Federazione Italiana di Tiro con l'Arco), FITeT (Federazione Italiana Tennistavolo), FITAV (Federazione Italiana Tiro a Volo), FIT (Federazione Italiana Tennis), FICr (Federazione Italiana Cronometristi), FIV (Federazione Italiana Vela), FCI (Federazione Ciclistica Italiana), FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), FIB (Federazione Italiana Bocce), FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo), FIPE (Federazione Italiana Pesistica), FIBA (Federazione Italiana Badminton), UITS (Unione Italiana Tiro a Segno). Tre le discipline: FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva), FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard), FIBS (Federazione Italiana Baseball Softball). Due gli Enti Promozionali: UISP, CSI.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it