Tra i 22 convocati per la partita con il Benevento c’è anche Federico Melchiorri. Gli unici indisponibili sono gli infortunati Cossu, Cragno e Deiola. Diego Lopez ha avuto solo un paio di giorni per preparare la partita ma per il tecnico poco importa. “Non ho voluto riempire la testa dei giocatori con troppi concetti. Quella con i campani è una partita senz’altro da vincere, ma lo sarebbe stata anche se avessimo avuto qualche punto in più in classifica”.

CON LA GIUSTA MENTALITÀ
La partita di domenica contro la Lazio ha dato delle risposte positive al mister rossoblù. “Il risultato non è stato favorevole, ma mi sono piaciuti l’atteggiamento e la determinazione della squadra. Non ci siamo arroccati in difesa, abbiamo sempre cercato di andare verso la porta: è una mentalità che dobbiamo conservare anche domani. Voglio vedere una squadra aggressiva, in fase di possesso e di non possesso. Dobbiamo fare circolare la palla in modo veloce: giochiamo in casa, la rapidità di trasmissione del pallone farà la differenza”.

LA CARICA DELLA SARDEGNA ARENA 
“De Zerbi è un tecnico che sa fare giocare bene le sue squadre. Non voglio però guardare in casa d’altri, pensiamo a noi. Dobbiamo avere la giusta carica e sono convinto che il pubblico ci darà una grossa mano, come è stato anche quando giocavo: il calore dei tifosi ci ha portato a compiere imprese inaspettate. Per noi è una partita importantissima, mi aspetto tanto pubblico: il supporto dei nostri tifosi è fondamentale, ma spetta a noi trascinarli a nostra volta. Dobbiamo coinvolgerli mostrando grinta su ogni pallone e voglia di vincere”.

LA FORZA DEL GRUPPO 
“Abbiamo tanti ottimi giocatori sotto il profilo individuale, che possono risolvere la partita con un singola giocata, ma confido nell’unità della squadra. Più che il talento di un singolo giocatore, sarà la forza del gruppo a condurci verso il traguardo della salvezza”.