Sport

Due atlete sarde ai mondiali IAADS in Portogallo

Sara spano di Cagliari e Chiara Statzu di Marrubiu.



La Sardegna paralimpica sta focalizzando le sue attenzioni verso il mondiale IAADS (riservato agli atleti con sindrome di Down) che prende il via nell’isola portoghese di Madeira. La Nazionale Italiana FISDIR (Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali), annovera infatti due atlete nostrane che hanno colpito favorevolmente il tecnico Mauro Ficerai e il suo staff: Sara Spano di Cagliari e Chiara Statzu di Marrubiu, entrambe tesserate con la Sa.Spo. Cagliari. Faranno parte della delegazione tricolore anche Stefano Lucato, Gabriele Rondi, Luca Mancioli, Andrea Piacentini, Daniel Gerini, Nicole Orlando, Chiara Zeni e Giulia Pertile.
Sara, allenata da Italo Perra, è già stata protagonista di vertice in altre manifestazioni intercontinentali quali gli IAADS in Sudafrica ed i Tresome Games di Firenze dove ha sempre conquistato ori, argenti e bronzi (categoria C21). Con ogni probabilità si cimenterà come sprinter nei 100, 200 mt e staffetta.
Percorsi leggermente più ampi quelli affrontati fino ad ora da Chiara (400 mt e 800 mt) che nel corso di un anno e mezzo, spronata dall’allenatrice Katia Pilia, è riuscita a ritagliarsi un posto in quella che è la sua prima competizione internazionale nella categoria Mosaico.
I ragazzi sono partiti ieri dall’aeroporto Milano – Malpensa e ritorneranno il 9 ottobre 2018.


Il commissario straordinario del CIP Sardegna Paolo Poddighe è rimasto particolarmente colpito dalla duplice convocazione: “Farò il tifo per tutti i nostri azzurri – ha sottolineato - ma un interesse particolare lo rivolgerò a Chiara e a Sara che con i loro gesti atletici stanno offrendo un’immagine bellissima al nostro movimento isolano. Chissà quante persone come loro, hanno il desiderio di correre spensierate su una pista di atletica. Stiamo lavorando assiduamente per coinvolgere nuovi atleti perché lo sport, oltre a sviluppare nuove motivazioni, dà l’opportunità di misurarsi con il prossimo. E se alle spalle c’è anche una preparazione adeguata arrivano i meritati successi, proprio come accaduto a Chiara e a Sara. Ne approfitto per salutarle e dare loro il più sentito degli in bocca al lupo”.
Anche la delegata regionale FISDIR Carmen Mura va fiera delle atlete ritenute due autentici gioielli della sua federazione: “Chiara e Sara sono grandi atlete di livello nazionale. Ho trascorso del tempo con loro a Firenze nel corso del Campionato Italiano FISDIR di atletica leggera – continua Mura - dove hanno arricchito un palmares già importante e migliorato i tempi rispetto agli italiani indoor che si erano disputati due mesi prima. Questo denota il grande impegno delle atlete, ma vorrei mettere in evidenza il lavoro molto importante, se non addirittura fondamentale, dei tecnici che le seguono”.
Poi prova a tracciarne un quadretto più personale: “Sono due ragazze molto educate ma decisamente timide e riservate – sottolinea Carmen Mura – che per farle sorridere devo sfoggiare la mia migliore ironia. Ma questo lato del loro carattere non lo reputo un limite perché in pista lo trasformano in impegno mostrando invece tenacia, grinta e soprattutto medaglie visto che salgono sempre sul gradino più alto del podio. Sono fiduciosa sul fatto che dimostreranno ancora una volta di essere le numero 1; torneranno a casa comunque vincitrici. A nome di atleti, tecnici e dirigenti della Fisdir Sardegna facciamo un grandissimo in bocca al lupo a Sara e a Chiara: le aspettiamo a braccia aperte”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it