Sport

Dinamo Basket, saluto ai due nuovi giocatori

Il General Maneger Federico Pasquini ha presentato ai media le due new entry biancoblu Tyrus McGee e Justin Carter.



“E' stato davvero un lavoro straordinario, grazie alla grande collaborazione delle ambasciate di Huston e Chicago ma anche grazie al grande lavoro di chi si è dedicato al tesseramento dei due giocatori. Dopo quanto capitato a Desio negli ultimi 40 secondi della gara contro Cantù - ha aggiunto il gm biancoblu - con l'infortunio a Bamforth abbiamo deciso fare un doppio intervento sul mercato subito, anche se questo comporterà l'inserimento di due giocatori nuovi e inevitabilmente il dover lavorare per ricostruire quella che è la chimica di squadra”.
Tyrus McGee dichiara "Sono molto felice di essere qui, molto contento di lavorare di nuovo con coach Esposito con cui ho lavorato lo scorso anno. Ho iniziato la stagione in Turchia, dove sono stato fino a dicembre e dove le cose non sono andate come sarebbero dovute andare. Ora sono qui per dare il mio contributo alla squadra, per andare fino in fondo e fare qualcosa di importante".
Justin Carter: "Sono molto contento di aver ricevuto la chiamata di Sassari, ho avuto la possibilità di parlare a lungo con coach Esposito che mi ha raccontato la sua storia come giocatore prima e poi come allenatore e quello che sta facendo quest'anno a Sassari con il suo gruppo. Sono qui per giocare, per divertirmi e fare quello che so fare meglio, anche se sono fermo da un po' conto di rimettermi in gioco rapidamente".
 
Dopo la presentazione di Tyrus McGee e Justin Carter coach Vincenzo Esposito ha presentato la sfida che attende i suoi ragazzi: dopo la vittoria in trasferta a Cantù, domenica i giganti affronteranno la sfida della 1° giornata di ritorno del campionato LBA, in programma domenica 20 gennaio.

"Domenica ci aspetta una partita molto importante contro la squadra che ha cambiato di più da inizio anno e ha inserito giocatori esperti, rafforzandosi nel reparto lunghi e aggiunto due esterni talentuosi e di esperienza. Vogliamo e dobbiamo vincere contro la Reggiana, in una partita che può essere pericolosa perché è un momento in cui c'è tanta attenzione sull'arrivo dei due giocatori, sull'infortunio di Bamforth e, per quanto si voglia lavorare bene, a volte la distrazione può giocare brutti scherzi. Spero che il passo falso con Pistoia ci sia servito e credo sia così perché arriviamo con 5 vittorie consecutive. Il successo con Reggio potrebbe permettere di stabilirci in maniera importante nella parte alta della classifica; siamo contenti perché abbiamo centrato la qualificazione alla Finale Eight di Coppa Italia ed è un obiettivo che ci dà grande soddisfazione, la prossima sfida di coppa - in agenda mercoledì al PalaSerradimigni- potrebbe permetterci di qualificarci con anticipo al Round of 16 di Fiba Europe Cup. Tante belle notizie ma adesso serve che ci concentriamo tutti verso il prossimo obiettivo che è la sfida con Reggio, e avremo bisogno dell'impegno e del sostegno di tutti, anche del nostro pubblico che è sempre presente".
Come è cambiata Reggio Emilia?
"Ha fatto un salto di qualità in termini di esperienza e solidità, inserendo pedine dalla lunga esperienza europea come LLompart, Aguilar, River e lo stesso Allen che ormai gioca in Italia da anni a buon livello. Credo che la solidità e l'esperienza siano le armi in più di Reggio Emilia, che è una squadra pericolosa che sa come giocare a pallacanestro anche partite importanti fuori casa. Dalla panchina può contare su giocatori freschi e importanti, come Mussini, Candi e Gaspardo. Sapete qual è la mia mentalità: preoccuparsi degli avversari, rispettarli, ma l'aspetto più importante è credere in ciò che facciamo noi e dare tutto sul campo. La partita di domenica è da vincere assolutamente, senza guardare al colore della maglia, esperienza o talento dell'avversario".
Come lavorerete per inserire i nuovi giocatori?
"Le partite si giocano una per volta, valuteremo di settimana in settimana come cresceremo e ci adegueremo alle caratteristiche delle nuove pedine, che sono esperti e validi ma diversi da quelli che avevamo prima nel roster. È prioritario lavorare duro per inserire al meglio i giocatori, ma soprattutto sarà importate che il gruppo che finora ci ha permesso di raggiungere i 16 punti e centrare la F 8 e fare bene in coppa faccia di tutto per inserire questi ragazzi e non perdere il focus. A loro chiedo quindi ancora di più".

Ultimo aggiornamento: