economia
20-05-2018 12:35

Imprese: giustizia e burocrazia, 40 mld di danni e oltre 16 anni per sentenza/Adnkronos (3)



(AdnKronos) - Sul fronte della giustizia amministrativa, il ricorso al giudice costituisce spesso la regola e non l'eccezione. I tempi medi di definizione, in materia di appalti pubblici, sono di 149 giorni per il Tar nel 2016 (193 nel 2015), mentre in appello la media ne indica 225 (209 nel 2015). Nei giudizi cautelari, la durata si attesta sui 29 giorni per il Tribunale (come nel 2015) e di 58 giorni per il Consiglio di Stato (37 nel 2015).

Il numero dei ricorsi in materia di appalti dinanzi ai Tar è 3.565 nel 2015 e 3.329 nel 2016; per il 2015 sono stati impugnati il 2,61% degli appalti banditi, il 2,67% per i 12 mesi dopo. In oltre la metà dei casi gli appalti impugnati hanno un valore superiore a un milione di euro. Le sospensive costituiscono circa il 30% delle ordinanze emesse "il che significa che meno di un terzo delle procedure impugnate sono sospese in sede cautelare", secondo un'indagine del Consiglio di Stato.

Il cosiddetto 'effetto bloccante' del ricorso al Tar impatta sullo 0,7% sul totale delle procedure bandite: per 959 delle 136.645 procedure nel 2015 e per 849 delle 120.628 dell'anno successivo. "Più del luogo comune che il 'Tar blocca tutto' - chiosa la Allena -, bisogna valorizzare forme alternative di risoluzioni delle controversie. La possibilità concessa all'Anac di una 'raccomandazione vincolate' evitava il contenzioso, ma il correttivo al Codice dei contratti l'ha eliminata. I tempi certi per le imprese darebbero una vera spinta al Paese".

Ultimo aggiornamento: 20-05-2018 12:35
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it