economia
12-10-2018 12:08

Alitalia: Balotta (Onlit), è neo statalizzazione, via a referendum consultivo



Milano, 12 ott. (AdnKronos) - Una "neo statalizzazione". Così Onlit, l'Osservatorio Trasporti, sul progetto di una newco con Ferrovie e Mef per il rilancio di Alitalia annunciato dal vicepremier Luigi Di Maio". "Vogliamo sapere - dice Dario Balotta, presidente dell'osservatorio - il parere dei cittadini italiani. Per questo l?Onlit intende promuovere un referendum nazionale consultivo. Siamo stufi di buttare soldi pubblici in un pozzo senza fondo. Il tormentone di Alitalia dura da oltre 20 anni tra aiuti di stato, finte privatizzazioni, continue perdite di mercato e una cassa integrazione (di lusso) a vita per migliaia di dipendenti. La continua farsa rischia - afferma - di diventare tragedia per le malandate casse pubbliche".

"Ancora una volta la politica non ha il coraggio di prendere l?unica decisione possibile: vendere. La gestione della finta vendita di Alitalia del passato Governo trova la sua prevedibile conclusione nella statalizzazione dell?azienda, così non dovrà più rendere il prestito di 900 milioni che diventa un aiuto di Stato".

"Aiuto di Stato che - fa notare anche - ci porterà ad un altro scontro con la Ue. L?annuncio del vicepremier Luigi Di Maio di nuove risorse pubbliche da immettere nella vecchia e decotta compagnia nazionale, cioè in un pozzo senza fondo che ha alimentato consociativismo e protezionismo in questi anni, fa a pugni con la grave situazione economica che il Paese sta attraversando. Le risorse reperite per l?ingresso del Ministero dell?economia (che si aggiunge a Poste Italiane che detiene già il 20%) nell?azionariato del vettore, sarebbero invece da utilizzare per il trasporto pubblico, visto che quello italiano è il peggior servizio di trasporti d? Europa, oppure per rimpinguare gli scarsi fondi per Genova" conclude Balotta.

Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 12:08
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it