politica
25-05-2019 13:25

Editoria: Macaluso, 'firma Belpietro su Unità sfregio e ultimo regalo di Renzi'



Roma, 25 mag. (AdnKronos) - "Il giornalaio del quartiere di Roma, dove da anni compro i quotidiani, mi ha detto oggi che era arrivata anche l?Unità. La testata, infatti, è quella che conosciamo e amiamo. Compreso la scritta: 'fondato da Antonio Gramsci'. Ho preso il giornale e ho letto: direttore responsabile Maurizio Belpietro. Ho pensato di sbagliarmi e ho riletto bene: sì, Belpietro, il giornalista di estrema destra. Il quale, al Corriere della Sera ha detto che il proprietario della testata, il costruttore Massimo Pessina, ha chiesto a lui, che dirige già il giornale La Verità, di firmare anche l?Unità. Una vergogna senza limiti. È l?ultimo regalo che ci fa Renzi il quale consegnò la testata ai costruttori Pessina e Stefanelli i quali, comprando l?Unità, pensavano anche di fare qualche affaruccio". Lo scrive in un post su Facebok Emanuele Macaluso, che in passato diresse la testata.

"Le cose -aggiunge- sono andate come sappiamo: gli affari non sono andati più bene e l?Unità venne chiusa ma la testata restò in mano loro. Amici di Renzi ma anche di Belpietro. Al quale hanno affidato il numero speciale di oggi. Come sfregio. Non solo ai vecchi redattori, agli affezionati lettori, ma alla sinistra tutta e a chi comunque ha un minimo di onestà e dignità nel valutare cosa succede nel mondo politico e giornalistico del nostro Paese. Uno sfregio, ho scritto. Anche a me che de l?Unità, quella vera, sono stato direttore".

Ultimo aggiornamento: 25-05-2019 13:25
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it