-188,53482638889 Migranti: pm, 'Casarini salvò vite, Marina Militare comanda Guardia libica'/Adnkronos (3)
cronaca
30-01-2020 18:28

Migranti: pm, 'Casarini salvò vite, Marina Militare comanda Guardia libica'/Adnkronos (3)

(Adnkronos) - "La Libia non è un porto sicuro", perché "i migranti recuperati dalla Guardia costiera libica e ricondotti in Libia sono stati sistematicamente sottoposti a detenzioni arbitrarie, torture, ed estorsioni,lavori forzati e violenze sessuali" scrivono, nero su bianco, i magistrati della Procura di Agrigento nella richiesta di archiviazione per Casarini e il comandante Marrone, difesi dall'avvocato Fabio Lanfranca. I magistrati ricordano anche di essersi rivolti lo scorso giugno scorso all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) e, in particolare, all'ufficio della Rappresentanza Regionale per il Sud Europa, per chiedere se la Libia possa essere considerata un "Place of safety'', cioè un porto sicuro. Le Nazioni Unite hanno risposto dopo più di tre mesi, lo scorso ottobre "allegando un rapporto nel quale, dopo aver ripercorso i conflitti in corso in Libia nell'anno 2019, esaminavano la situazione di richiedenti asilo, rifugiati e migranti in quei territori, evidenziando come alcune migliaia di loro si trovano in condizione di detenzione arbitraria e sottoposti a violazioni dei loro diritti umani", si legge nella richiesta di archiviazione.

Ultimo aggiornamento: 30-01-2020 18:28