Cagliari, alla Cittadella dei musei

L’Università di Cagliari ha siglato un accordo per la gestione unificata dei servizi interni della Cittadella dei Musei, un importante complesso di piazza Arsenale che ospita il Museo delle Cere anatomiche “Clemente Susini” e la Sala mostre, il Museo archeologico, la Pinacoteca nazionale e il complesso di San Pancrazio, il Museo civico d’arte siamese “Stefano Cardu” e il Museo etnografico. Sono previsti svariati servizi, tra cui una ristorazione con bar-tavola fredda, un punto vendita museale per libri e oggettistica, la vendita on line e la prenotazione di servizi, tra cui biglietto integrato. Altre attività che saranno attivabili nel tempo prevede l’apertura del Regio Museo archeologico di piazza Indipendenza con l’obiettivo di prolungare la stagione turistica, e la disponibilità di visite guidate e produzione editoriale informatizzata. Il Rettore Giovanni Melis ha espresso la sua soddisfazione per questo accordo che apre a future collaborazioni per la gestione di siti importanti come l’Orto botanico, il San Giovanni di Dio e il parco del San Giovanni di Dio. Il direttore regionale dei Beni culturali Maria Assunta Lorrai ha parlato di una importante opportunità per prolungare la stagione turistica grazie a una migliore integrazione tra i diversi siti e servizi. L’Assessora alla Cultura del Comune Enrica Puggioni, che ha lavorato per un anno alla preparazione del progetto, ha espresso la sua gioia per il fatto che finalmente si inizia a ragionare in un’ottica di sistema, dove il concetto di titolarità viene superato in favore di economie di scala che rendono più appetibili i prodotti. Il Sovrintendente ai Beni archeologici Marco Minoja ha ricordato che i contenuti specifici arriveranno nel giro di pochi mesi e ha celebrato la particolarità di questa collaborazione che ha già portato un primo successo, la rimozione delle sovrastrutture dell’Anfiteatro romano.

Impostazioni privacy