Bonus 1.500 euro una tantum ai lavoratori approvato ufficialmente: quando arriva e come funziona

Adesso è ufficiale il Bonus da 1.500 euro riconosciuto una tantum ai lavoratori: a chi spetta e come presentare domanda.

Quando si ha notizia di nuove agevolazioni economiche, come bonus e contributi, è bene approfittarne subito, se si rientra tra gli aventi diritto. Gli aiuti, infatti, non sono mai abbastanza in questo periodo di caro vita e stipendi bassi. Il bonus di cui vi parliamo è riconosciuto proprio ai lavoratori. Si tratta, dunque, di un aiuto importante e imperdibile.

bonus 1500 euro lavoratori
Arriva il Bonus 1.500 euro una tantum per i lavoratori, come funziona – Sardegnaoggi.it

Il bonus ai lavoratori può arrivare fino alla somma complessiva da 1.500 euro. Va detto che si tratta di un bonus locale, e non nazionale, riconosciuto ai lavoratori appartenenti a una specifica categoria e residenti in una precisa regione italiana. Di seguito scopriamo in dettaglio di cosa si tratta, a chi spetta e come si applica.

Bonus 1.500 euro una tantum ai lavoratori: a chi spetta e la data di scadenza per la richiesta

A favore dei lavoratori e delle lavoratrici del settore commercio e dei servizi della Toscana è riconosciuto un contributo economico, un bonus fino a 1.500 euro. Il bonus viene concesso su presentazione del modello Isee e consiste in un voucher che permette di spendere la somma ricevuta nelle attività commerciali della Toscana.

Dunque, si tratta di una sorta di buono acquisti. Questo contributo economico è promosso dall’Ente bilaterale del terziario toscana – EBiTTosc, formato da Confcommercio Toscana e da Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uil Tucs. Questo è il quarto anno consecutivo di erogazione del bonus, dunque non una novità e probabilmente già molto conosciuto dai residenti. Per finanziare il contributo economico sono stati stanziati 550mila euro.

Bonus 1.500 euro una tantum: la data di scadenza della richiesta
Il bonus permette ai lavoratori di fare acquisti in attività commerciali – Sardegnaoggi.it

Sebbene non si tratti di soldi che entrano materialmente nelle tasche degli aventi diritto, ottenere questo bonus acquisti è sicuramente un aiuto fondamentale per sostenere le spese delle famiglie, soprattutto di quelle più in difficoltà per via di un reddito basso.

Il bonus della Toscana è chiamato “il Buono che meriti”, spetta a lavoratrici e lavoratori a tempo indeterminato, apprendisti e apprendiste e lavoratori e lavoratrici a tempo determinato con almeno 4 mesi di lavoro svolto negli ultimi 12 mesi in aziende del commercio e dei servizi iscritte all’EBiTTosc e in regola con il pagamento della quota associativa.

Il Buono che meriti va richiesto negli appositi info-point disponibili in diverse città di ciascuna provincia della Toscana. La domanda per il bonus va presentata entro il 15 gennaio 2025, c’è dunque ancora tempo. Mentre il voucher con la somma accreditata può essere speso entro il 28 febbraio 2025, presso le attività commerciali che fanno riferimento all’EBiTTosc di tutta la Toscana. Pertanto è bene attivarsi subito. Tutte le informazioni dettagliate si trovano sul portale dell’EBiTTosc.

Gestione cookie