Mafia, Palazzolo ancora bloccato in Thailandia

Vito Roberto Palazzolo, il finanziere italiano considerato il riciclatore di denaro sporco per la mafia, è stato condannato a nove anni per associazione mafiosa nel 2009 per i suoi legami con Totò Riina e Bernardo Provenzano. La sua latitanza è andata avanti per molti anni, durante i quali ha anche acquisito la cittadinanza sudafricana. L’arresto di Palazzolo all’aeroporto di Bangkok è stato l’ultimo capitolo di una lunga caccia alla giustizia. L’uomo aveva messo su un vero e proprio impero finanziario all’estero, ma finalmente sembra che giustizia sia stata fatta. L’estradizione di Palazzolo ha posto fine alla sua fuga dalla giustizia e speriamo che paghi per i crimini che ha commesso.

Impostazioni privacy