Sperimentazione sugli animali, da Cagliari la lettera a Lorenzin

La comunità scientifica ha espresso preoccupazione per la paralisi delle procedure per l’approvazione dei progetti che prevedono l’utilizzo di animali in laboratorio. In una lettera al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, firma anche Maria Del Zompo, rettore dell’Università di Cagliari, che sostiene che i ritardi mettono a rischio l’efficacia e la credibilità della ricerca scientifica nel nostro Paese. Questo è stato il tema dell’incontro tra i ricercatori dell’area biomedica dell’Università di Cagliari che hanno firmato un documento dove manifestano la loro preoccupazione per il blocco dell’attività di ricerca, che perdura da circa sei mesi: la media dei tempi di attesa risulta di 100 giorni lavorativi. Il decreto legislativo 26 dello scorso anno prevede che il Ministero autorizzi ogni progetto entro 40 giorni dalla domanda. I ricercatori sostengono che bloccare la sperimentazione sugli animali significherebbe ostacolare il progresso della medicina in Italia, apportando gravi ricadute di natura sanitaria, occupazionale ed economica. Auspicano che nessuno voglia prendersi tale responsabilità, e che i cittadini dovrebbero essere ben consapevoli di tutto questo.

Impostazioni privacy