L’università di Cagliari lancia l’allarme sui fondi tagliati

Il Rettore dell’Università di Cagliari, Maria Del Zompo, ha chiuso la relazione durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico dicendo “Le cose, per essere fatte bene, devono essere fatte insieme. E si fanno insieme se con la città, con le imprese e con le istituzioni troviamo obiettivi comuni. Vogliamo continuare a lavorare insieme”. La sua relazione si è concentrata sulla cultura come strumento per uscire dalla crisi come mezzo per cambiare il destino della propria famiglia e di tutta la società. La crisi economica ha però influenzato negativamente il numero di iscritti totali e il numero di laureati. Inoltre, il numero di esonerati per reddito e per merito è passato dal 16% all’anno scorso al 18% dell’anno appena cominciato. Purtroppo, il personale è in costante diminuzione numerica e il blocco degli stipendi non aiuta. Tuttavia, l’Università di Cagliari riesce a confermarsi research university con la sua multidisciplinarietà che permette di offrire 38 corsi di laurea triennale, 34 magistrale e 6 a ciclo unico.

Impostazioni privacy