Dal pallone all’arte culinaria: 8 calciatori che hanno deciso di aprire un ristorante

Il mondo della ristorazione affascina sempre più ex (e non solo) campioni del rettangolo verde. Ecco chi sono i calciatori che hanno aperto un ristorante

Cosa fa un calciatore quando smette di giocare? Gli esempi di ex professionisti che hanno continuato a lavorare nel mondo del pallone sono tantissimi. Tra chi è diventato membro della dirigenza della propria squadra storica, e altri che hanno intrapreso una carriera da opinionisti o da telecronisti, ce ne sono tanti altri che, invece, hanno deciso di buttarsi sul mondo della… cucina! Ma non solo chi ha già smesso di giocare: ecco tutti i calciatori (ex o attuali che siano) che hanno intrapreso questa strada.

Zanetti, Del Piero e non solo: ecco chi sono i calciatori che hanno aperto dei ristoranti

Sempre più calciatori, specialmente al termine della loro carriera, optano per investire nel settore della ristorazione anziché nel campo sportivo. Chi intraprende questa scelta, solitamente, utilizza i guadagni accumulati durante gli anni di gioco per aprire ristoranti, sfruttando la propria fama per attirare clienti e tifosi. Ma perché scegliere di aprire un’attività di questo tipo? La decisione di entrare nel mondo della ristorazione è spesso legata alle esperienze vissute in campo, dove il ristorante rappresenta un luogo di ritrovo familiare e di qualità di vita. Ma vediamo, quindi, chi sono i calciatori proprietari di ristoranti.

Javier Zanetti: El Patio del Gaucho e Botinero

A Milano, l’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti gestisce due ristoranti specializzati in cucina argentina. Uno di questi è Botinero, situato in via San Marco, che ha co-fondato insieme a Esteban Cambiasso, suo ex compagno di squadra. Il locale è decorato con chicche calcistice che delizierebbero ogni appassionato, tra cui scarpe da calcio, maglie e fasce da capitano. Il menù si distingue per la predominanza della carne, offrendo una varietà di tagli provenienti da diverse razze bovine. Anche El Patio del Gaucho, una steakhouse argentina ubicata al piano terra dello Sheraton Milan San Siro, mette in evidenza la carne nella propria carta.

Ristoranti di Zanetti
Ristoranti di Zanetti | Instagram @elpatiodelgaucho – Sardegnaoggi

Alessandro Del Piero: N° 10

In questo caso non parliamo di un ristorante in Italia: la leggenda bianconera Alessandro Del Piero, ha deciso di aprire il proprio ristorante N° 10 a Los Angeles. Il locale, con una superficie di 400 metri quadrati e capacità per circa 140 ospiti, offre un’esperienza culinaria tipicamente italiana, curata dall’esperto chef Emanuele Romani.

Clarence Seedorf: Finger’s Garden

Finger’s Garden è un raffinato ristorante giapponese con un incantevole giardino zen, diretto dallo chef brasiliano-giapponese Roberto Okabe, che ha Clarence Seedorf come partner. Conosciuto per la sua cucina che fonde sapori giapponesi e brasiliani, in un omaggio alle radici culinarie dello chef, il ristorante ha recentemente ampliato la sua presenza aprendo filiali a Roma e a Porto Cervo.

Pietro Paolo Virdis: Il Gusto di Virdis

Pietro Paolo Virdis, ex calciatore del Cagliari e del Milan, successivamente allenatore e commentatore sportivo, oggi gestisce, insieme alla moglie, il ristorante Il Gusto di Virdis, situato in via Piero della Francesca, a Milano. Il menù del ristorante propone piatti della cucina mediterranea arricchiti da influenze della sua Sardegna, mentre le pareti sono adornate con fotografie della sua carriera sportiva.

Lautaro Martinez: Coraje

Come abbiamo detto, non sono solamente ex calciatori ad avere iniziato questo business, anche se, in questo caso, parliamo del ristorante gestito da Augustina Gandolfo, la moglie di Lautaro Martinez. Il locale si chiama come Coraje, è ubicato a Brera, e si distingue per una cucina deliziosa e salutare. Il menù combina sapori argentini e mediterranei, coprendo dalla colazione al brunch, fino al pranzo e alla cena.

Claudio Marchisio: Legami

L’ex centrocampista della Juventus ha inaugurato a Vinovo (dove si trova il centro di allenamento dei bianconeri), vicino a Torino, Legami, un ristorante di sushi di fascia alta con un ambiente dal design contemporaneo. Il nome richiama la filosofia del locale: una cucina giapponese con influenze gastronomiche varie. Il concetto ha avuto un grande successo tanto che, oltre a Vinovo, Marchisio ha aperto ristoranti Legami anche a Roma, Bergamo e Poltu Quatu, nella Costa Smeralda.

Ristorante di Marchisio
Ristorante di Marchisio | Instagram @legami_vinovo – Sardegnaoggi

Gennaro Gattuso: Posteria San Rocco e Gattuso & Bianchi

Rino “Ringhio” Gattuso a Gallarate ha costruito un vasto impero nel settore food. Ha avviato con successo Posteria San Rocco, un ristorante rinomato per i suoi piatti di pesce. Ora gestisce anche Gattuso & Bianchi, un’attività collaborativa con il pasticcere Andrea Bianchi, che include un negozio di pesce fresco, una gastronomia e un bistrot ideale per chi desidera una pausa pranzo veloce con specialità di mare.

Marco Verratti: Giusè Trattoria

Un locale italiano nel cuore di Parigi: Giusè Trattoria è gestito dal calciatore Marco Verratti. Con interni eleganti e un menù tutto italiano, che include anche pizza, preparato con ingredienti made in Italy, curato dallo chef Vittorio Beltramelli, questo ristorante è diventato un punto d’incontro frequentato anche dalle stelle dello sport.

Gestione cookie